Angela Bruno: “Berlusconi nonno che guarda il culo”. Video di Servizio Pubblico

Pubblicato il 1 Marzo 2013 10:30 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2013 10:31
Angela Bruno a Servizio Pubblico: "Berlusconi nonno che guarda il culo"

Angela Bruno a Servizio Pubblico: “Berlusconi nonno che guarda il culo”

ROMA – “Un nonno che guarda il culo”. Angela Bruno definisce così Silvio Berlusconi nella puntata di Servizio Pubblico trasmessa la sera del 28 febbraio. La venditrice della Green Power, a cui il leader del Pdl aveva chiesto “Ma lei viene? Quante volte?“, attacca Berlusconi e risponde a Giancarlo Galan: “Non è capace di chiedere scusa“.

La Bruno ha denunciato su Facebook di essere stata scaricata dalla Green Powerpubblicando gli sms che ha scambiato con l’azienda. Già apparsa in televisione per spiegare il suo imbarazzo nell’occasione delle frasi inopportune che le rivolse Berlusconi, ora la Bruno nel programma di Michele Santoro torna a raccontare la sua verità.

La Bruno ha detto a Santoro: “Le sembra normale che un nonno mi chieda quante volte viene, si gira e mi guarda il culo? Ma che uomo è? Questo ci rovina, mandatelo a casa. Non è capace di chiedermi scusa. Lei, signor Silvio, è stato un pessimo esempio come uomo”.

La venditrice della Green Power ha poi protestato contro le accuse che le sono state rivolte da Galan e da Il Giornale, quotidiano vicino a Berlusconi: “Sto vivendo una cosa vergognosa. Berlusconi mi ha mandato contro tutto il possibile. I capi della mia azienda hanno fatto gli schiavetti del potere e hanno dichiarato il falso per cui io sarei stato onorata dall’atteggiamento di Berlusconi.”

A Galan poi la Bruno ha replicato: “Un politico deve tutelare i miei diritti. Perché questo signore (Galan) mi si mette contro? Va in televisione mi minaccia: questa è mafia. Galan perché lei ha i miei messaggi sul suo telefono? Ci conosciamo?”.

Poi la ragazza torna a chiedere le scuse da parte di Berlusconi: “Non avevo un pregiudizio politico contro Berlusconi. Ma perché continua a dire che mi sono divertita e non vuol capire che io mi sono davvero incazzata a sto giro? Tutti gli uomini di Italia dovrebbero vergognarsi per quest’uomo”.