Anna Frank, il raro e unico VIDEO in cui compare

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Giugno 2020 13:58 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2020 14:01
anna frank raro video

Anna Frank, il raro e unico video in cui compare

ROMA – Anna Frank, la ragazzina ebrea divenuta simbolo della Shoah, in raro video girato nel 1941 ad Amsterdam.

Anne (questo il suo nome tedesco) era nata in Germania, a Francoforte sul Meno, il 12 giugno 1929.

Oggi, l’autrice del “Diaro di Anna Frank” avrebbe compiuto 91 anni.

Di lei esiste solo questa testimonianza video: è la ragazzina che si affaccia alla finestra durante il passaggio di due sposi.

La famiglia Frank era fuggita dalla Germania e si era rifugiata in Olanda.

Nel 1942, in seguito all’invasione tedesca, entra in clandestinità.

La giovanissima Anna è costretta a vivere rinchiusa e trova conforto nel suo famoso diario.

Il 4 agosto 1944, i clandestini vengono scoperti e arrestati dai nazisti.

La ragazzina viene deportata nei lager di Auschwitz e poi di Bergen Belsen dove morirà di tifo nel marzo 1945.  Di lei resta solo questa testimonianza video. 

Anna Frank, l’amica: “Non era facile stare con lei”

A giugno 2019, la Bild ha pubblicato un’internvista a Jacqueline van Maarsen, la migliore amica di Anna Frank che oggi ha 91 anni.

La Van Maarsen vive ad Amesterdam. Alla Bild ha raccontato che non era facile essere sua amica.

“Anne era la più estroversa di noi, io la più silenziosa. Lei sprizzava gioia di vivere”.

Le due si erano conosciute alla scuola ebraica di Amsterdam nel 1941.

Per passare il tempo le ragazze giocavano a Monopoli, ricorda van Maarsen, e “Anne voleva che non giocassi con altri che con lei”.

“Lei sapeva che i tedeschi non la volevano in quanto ebrea e una volta mi disse: ‘chiederò personalmente alla regina se mi può far diventare olandese'”, continua l’anziana signora.

Scrivendo il suo diario “Anne pensava di scrivere solo la sua storia, la storia di una ragazzina. Oggi sappiamo che era la storia del mondo che ha documentato”.

Van Maarsen è sopravvissuta alla guerra dal momento che aveva il padre ebreo e la mamma cattolica (fonte: Corriere della Sera, Ansa, YouTube).