Antonio Megalizzi in coma: lo sconcerto dei giovani italiani VIDEO

di Fabiana De Giorgio
Pubblicato il 14 dicembre 2018 13:42 | Ultimo aggiornamento: 14 dicembre 2018 13:44
Antonio Megalizzi in coma: lo sconcerto dei giovani italiani il VIDEO (video instagram BlitzQuotidiano)

Antonio Megalizzi in coma: lo sconcerto dei giovani italiani il VIDEO

STRASBURGO – Le condizioni del giovane reporter italiano Antonio Megalizzi, rimasto vittima del brutale attentato ai mercatini di Natale di Strasburgo, sono sempre più critiche. I dottori che lo stanno seguendo sostengono che i prossimi due giorni saranno decisivi. Tra il 14 e il 15 dicembre si valuteranno tutte le possibili soluzioni. La storia di Antonio ha colpito i ragazzi italiani più di quanto solitamente accada per i fatti di terrorismo. Non solo perché siamo di fronte a un italiano coinvolto suo malgrado in un fatto di sangue, ma perché quello che è successo a lui poteva succedere a uno dei tanti giovani connazionali che cercano fortuna all’estero.

Danilo Moresco, papà della fidanzata di Antonio, ha lanciato un appello: “Stiamo cercando un luminare”, scrive, “che possa andare a Strasburgo e salvarlo”. Moresco ha aggiunto: “Ce la metterò tutta: ci vorrebbe una equipe di specialisti che possa andare a valutarlo”. Il suo appello non è stato invano. Il Dott. Cenzato, Primario all’ospedale Niguarda di Milano e presidente della Società italiana di Neurochirurgia ha affermato che è pronto a partire: “Sono pronto, già sabato, a volare a Strasburgo per un consulto con i colleghi francesi per valutare la situazione clinica di Antonio Megalizzi”.

Ed è sempre il padre della fidanzata a confermare, in un comunicato ad Adnkronos, che “Antonio è stato colpito alla testa da un proiettile, ma non sono riuscito a capire bene dove, perchè è bendato e ha solo il viso scoperto”. Mentre all’Ansa Moresco dichiara che Antonio “al momento resta in coma farmacologico per vedere come evolve la situazione”. Una situazione che appare quindi molto grave, ma, seppur tra mille dubbi, su cui rimane per il momento un barlume di speranza. È sempre Moresco, infatti, a informare che nelle ultime ore si sarebbe registrato “un lieve miglioramento di alcuni valori”.

La notizia ha scosso l’Italia e soprattutto i più giovani che come Antonio sognano di andare all’estero per cercare fortuna. Sono in tanti i ragazzi in Italia che si spostati all’estero come rivela il Dossier Statistico Immigrazione 2017. Infatti, i trasferimenti in altri paesi hanno raggiunto le 102.000 unità nel 2015 e le 114.000 unità nel 2016, mentre i rientri si attestano sui 30.000 casi l’anno.