Coronavirus, Ilaria Capua: “Mille persone allo stadio cantano e urlano. Schermo facciale per difendersi” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Settembre 2020 9:41 | Ultimo aggiornamento: 23 Settembre 2020 9:42
ilaria capua, stadio e contagio

Coronavirus, Ilaria Capua: “Mille persone allo stadio cantano e urlano. Schermo facciale per difendersi”

La virologa Ilaria Capua parla della riapertura stadi a DiMartedì e propone di mettersi uno schermo protettivo facciale.

Apertura stadi e rischio contagio da Covid-19. Della questione parla Ilaria Capua intervistata da Giovanni Floris a DiMartedì.

La virologa lancia l’allarme: “Più le persone stanno vicino, più cantano, urlano e aprono la bocca, più c’è il rischio del contagio”.

Apertura stadi e rischio Covid. La Capua propone una misura che potrebbe aiutare chi si trova allo stadio: “Si devono contemperare le necessità delle persone con quelle sanitarie. Magari allo stadio, invece della mascherina, ci si può mettere lo schermo facciale”.

“Dobbiamo comunque stare attenti, queste situazioni a rischio. Dovremmo trovare situazioni di compromesso” conclude la Capua. 

Ilaria Capua: “Vaccino non prima della primavera 2022”

“Il vaccino non prima della primavera 2022, questo inverno sarà difficile” spiega ancora la Capua in trasmissione. Che, come detto anche da vari colleghi, spiega che si dovrà convivere con il Covid almeno fino a Natale 2021. 

“Oiù pericoloso il pranzo della domenica  che andare al supermercato”

La settimana scorsa, sempre in collegamento dalla Florida, la Capua aveva spiegato cosa desta, a suo modo di dire, molto allarme: “Il pranzo della domenica con la famiglia allargata può essere più rischioso, a livello di coronavirus, che andare al supermercato”.

La virologa aveva spiegato: “Al supermercato andiamo ben protetti e sanificati, al pranzo con i parenti è diverso. E ora che si sono aperte le scuole, sicuramente il contagio potrà passare da bambini e ragazzi ad altri membri della famiglia” (fonte: Corriere della Sera, La7).