Atalanta-Udinese e il rigore prima concesso poi negato. Guidolin: “Con Totti o Balotelli…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 settembre 2013 9:34 | Ultimo aggiornamento: 30 settembre 2013 9:34

rigore atalanta-udineseBERGAMO – “Non avevo mai visto una cosa del genere. E forse con le nuove regole si doveva lasciar correre per come aveva deciso l’arbitro”. Francesco Guidolin, tecnico dell’Udinese, ha commentato così, ai microfoni di Sky Sport, il discusso episodio del rigore prima concesso ai bianconeri contro l’Atalanta e poi annullato dall’arbitro Giacomelli.

“Spero che, se dovesse succedere nuovamente una cosa di questo tipo, e cioè che trascorrono molti minuti con l’uomo già sul dischetto e poi la terna arbitrale decide di rivedere la propria decisione – ha sottolineato – lo si faccia con altrettanta determinazione anche su qualche campo più importante”.

Non so se lo faranno quando ci saranno Totti o Balotelli sul dischetto e tutto lo stadio che urla. Se è successo con Di Natale, sono certo che succederà con qualsiasi altro campione e con qualsiasi altro club. Ma, ripeto, non è per questo che abbiamo perso – ha concluso il tecnico bianconero -. Abbiamo perso perché l’Atalanta è stata più brava di noi. Non dimentichiamo che siamo molto giovani, avevamo tanti titolari del ’91 e cambi in panchina del ’94”.