Bambina beve, la lingua le resta intrappolata nella bottiglia (video)

Pubblicato il 10 Gennaio 2013 15:02 | Ultimo aggiornamento: 10 Gennaio 2013 15:02
Bambina beve, la lingua le resta intrappolata nella bottiglia

La piccola Mary Kate Person

PHILADELPHIA – E’ allarme negli Stati Uniti tra i genitori per le bottiglie di alluminio dell’acqua di moda tra i ragazzini: ad una bambina è rimasta incastrata la lingua in una di queste bottiglie. La piccola è stata portata in ospedale, e solo i medici dopo diverse ore sono riusciti a liberarle la lingua, ormai gonfia.

Quello che è successo a Mary Kate Person, di Philadelphia potrebbe succedere a molti altri bambini. Aveva cercato di bere le ultime gocce d’acqua nella bottiglia. Così aveva infilato troppo la lingua.

Il timore dei medici era che la bambina potesse soffocare, con la lingua che ostruiva il passaggio dell’aria.

I medici del pronto soccorso prima hanno tagliato il fondo della bottiglia, ma invano. Solo dopo tre ore di operazione i medici sono riusciti a liberare la lingua di Mary Kate.

I suoi genitori adesso stanno pensando di fare causa alle due compagnie che producono queste bottiglie di alluminio, anche se al momento non ne hanno fatto i nomi.

Mary Kate non è la prima a cui capita questo incidente. Tra gli altri piccoli a cui è successo ci sono un bambino di 9 anni della Carolina del Nord e Jayla Small, bambina di 8 anni della Georgia, liberata solo dopo un intervento chirurgico.

Da allora la madre di Jayla, Shantay, ha cercato di mettere in guardia gli altri genitori. Ma il messaggio non è arrivato in tempo a Philadelphia.