Berlusconi, nuova gaffe: “Anziani non possono vivere con pensioni minime di 516mila euro” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 novembre 2018 11:39 | Ultimo aggiornamento: 13 novembre 2018 11:39
Berlusconi pensioni minime

Berlusconi, nuova gaffe: “Anziani non possono vivere con pensioni minime di 516mila euro”

ROMA – Lo scorso febbraio aveva già fatto una gaffe del genere (“ho portato le pensioni a mille lire”). Ora Silvio Berlusconi inciampa di nuovo sulla questione pensioni. Durante il suo intervento al congresso dei giovani di Forza Italia che si è svolto a Roma, il Cavaliere cerca di motivare il suo pubblico a predisporre una nuova strategia vincente per il centrodestra. Parlando di pensioni l’ex premier si è confuso ed ha detto che “non si può raggiungere con Durante un intervento in Confcommercio, gaffe per Silvio Berlusconi che, parlando dei suoi governi, stava ricordando una manovra per l’innalzamento delle pensioni minime: “Il mio governo – dice Berlusconi – ha alzato le pensioni minime a mille lire al mese, all’epoca erano sufficienti”.dignità la fine del mese con 516mila euro”.

Lo scorso febbraio, durante una conferenza di Confcommercio, Berlusconi aveva detto: “Dove è possibile, dobbiamo cercare di contattare non solo tanti giovani ma anche tante persone anziane. Sono tanti i pensionati a cui noi avevamo aumentato la pensione minima a un milione di lire al mese. Allora erano un milione e 835mila. Quando c’è stato quel cambio sciagurato di Ciampi e di Prodi di un euro equivalente alle vecchie 1936,27 lire, si sono ritrovati in tasca 516 euro. Con un milione di lire riuscivano a raggiungere con dignità la fine del mese”. E aveva aggiunto: “Non si può raggiungere con dignità la fine del mese con 516mila euro”.