Berlusconi, VIDEO barzelletta sulle svedesi, Carletto e Viagra…per parlare di Greta

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 13 Ottobre 2019 19:14 | Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre 2019 10:02
Silvio Berlusconi, VIDEO barzelletta sulle svedesi, Carletto e Viagra...per parlare di Greta Thunberg

Berlusconi parla di Greta Thunberg e racconta la barzelletta di Carletto, le svedesi e il Viagra

ROMA – Silvio Berlusconi può piacere o non piacere politicamente, ma una cosa è indubbia: è una persona simpatica e ha sempre la battuta pronta. Anche adesso, parlando di Greta Thunberg, non ha resistito e ha raccontato una barzelletta, quella di Carletto, le ragazze svedesi e il Viagra.

Berlusconi parla di un suo amico, Carletto, che gli avrebbe detto: “Io 20 anni fa ho passato un sabato una domenica e un lunedì con tre donne svedesi”. Non ti dico, queste qua che sono liberali, mandano tre figlie loro di cui mi hanno mandato le foto (bellissime) e vogliono che passano con Carletto sabato, domenica e lunedì. E allora ho bisogno di far bella figura. E decide di andare in farmacia a farsi dare il Viagra. Ma un loro amico farmacista dice: “Questo qui se gli diamo 10 pillole di quelle giuste, questo qui va fuori di testa, gli viene un ictus”. Allora è andato e ha detto: “Carletto, guarda che adesso è venuta fuori una medicina nuova molto più forte di quella di prima. Allora te ne diamo 10, anzi te ne diamo 15, prendine quante ne vuoi e poi vienimi a dire lunedì se hai fatto bella figura”. Al mattino apre la farmacia e in fondo c’era Carletto. Il farmacista guarda Carletto e lui: “Ah, meno male”. Allora? “I placebo hanno funzionato”. In che senso? “Una figura di merda”. 

Poi, ha detto Berlusconi, “non penso che Greta sia paragonabile alle tre svedesi di Carletto ma penso che sia strumentalizzata e che non sia la teoria che lei presenta, del terrorismo per l’ambiente, la via giusta”.

“Lei propone il fermo dello sviluppo dei paesi sviluppati, che non è possibile, ma sono i paesi in via di sviluppo che creano i danni maggiori all’ambiente – ha concluso -. In nome dell’ambiente non credo che limiteranno i loro consumi”. Poi, parlando dei ragazzi che sono scesi in piazza a manifestare per difendere il clima, Berlusconi ha spiegato che “hanno sentimenti nobili, da apprezzare ma non è quella la direzione dove andare se vogliamo inquinare meno”, ha concluso. (Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).