Cagliari, bomba d’acqua trasforma via Roma in una piscina VIDEO. In un giorno un mese di pioggia


Pubblicato il 10 Settembre 2020 19:53 | Ultimo aggiornamento: 10 Settembre 2020 20:22
cagliari, bomba acqua allagamenti

Cagliari, bomba d’acqua trasforma via Roma in una piscina

Cagliari colpita da una vera e propria tempesta con lampi, fulmini, forti piogge e vento. Strade allagate: via Roma si trasforma in una piscina.

Cagliari, bomba d’acqua sulla città e sul suo hinterland, nubifragio con lampi, fulmini e vento fortissimo.

Le strade della città sarda, nel pomeriggio di govedì 10 settembre, sono state allagate da una fortissima bomba d’acqua. La centralissima via Roma si è trasformata in una piscina. 

Strade, sottopassaggi, case e negozi allagati, auto bloccate in mezzo alle strade, alberi caduti e viabilità in tilt.

È pesante il bilancio della bomba d’acqua su Cagliari: un ciclone ha portato un temporale con venti oltre i 100km/h e grandi quantità di pioggia.

I centralini di Vigili del Fuoco, Polizia municipale e delle altre forze di Polizia sono stati tempestati di chiamate per richieste di intervento.

Cagliari, cadono rami ed alberi. Strade trasformate in piscine

A cagliari, un albero è caduto in viale Monastir e ha colpito due auto.

Un secondo albero è stato sradicato dalla forza del vento e della pioggia nel Largo Carlo Felice, mntre un terzo ha ceduto in viale Trieste.

Rami sono caduti in via Dante e in Viale San Vincenzo.

Allagate e in parte chiusi al traffico tratti di viale Poetto, viale Diaz e via Dolcetta e le strade di collegamento a Pirri finita letteralmente sott’acqua.

Trasformata in una gigantesca piscina anche la centralissima via Roma (il video in fondo all’articolo) dove il vento ha anche ribaltato i tavolini dei bar.

Disagi anche nell’hinterland.

Alcuni tratti della 195 verso Capoterra chiusi al traffico per allagamenti. Strade e scantinati allagati anche a Carbonia, Barbusi, a Mandas, Villacidro, Monserrato a Quartu.

In un giorno la pioggia di un mese

A Cagliari, nell’hinterland e in tanti comuni dell’area del Sulcis e del Campidano in poche ore è caduta la pioggia di un mese.

È quanto emerge osservando i dati rilevati dalle stazioni idrografiche ufficiali e amatoriali presenti in Sardegna.

Matteo Tidili, meteorologo di Rai Pubblica Utilità spiega: “A Carbonia ad esempio, secondo le stazioni del sistema idrografico sono caduti 64,8 millimetri di pioggia”.

Nel mese di settembre dello scorso anno, in tutto il mese di settembre “ne erano caduti 43 millimetri” aggiunge Tidili.

“A Cagliari ne sono stati registrati 75,6 millimetri contro i 38 del mese di settembre precedente (a Cagliari in un anno cadono 400 millimetri di pioggia circa ndr)”.

“A Capoterra sono stati registrati 60,6 millimetri, a Sant’Anna Arresi 63,8 a Mandas addirittura 82,4”.

Alcune stazioni amatoriali hanno registrato a Capoterra vicino a la Maddalena oltre 95 millimetri di pioggia, mentre a Cagliari vicino al porto 99,4.

“In questo momento il sistema si sta spostando ma la Sardegna si trova ancora nell’occhio della situazione depressionaria quindi il maltempo non è terminato” precisa Tidili.

“Domani mattina (venerdì 11 settembre ndr) pioverà nei settori orientali dell’Isola, mentre nel pomeriggio i temporali si sposteranno su quasi tutto il territorio e potranno essere anche di forte intensità come quello di oggi” (fonte: Ansa, YouTube).

Via Roma allagata

Allagamenti a Pirri