Catania: scoperti 5 falsi ciechi, uno guidava lo scooter: truffa per 500 mln di €

Pubblicato il 5 Luglio 2012 13:15 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2012 14:22

CATANIA – La Guardia di Finanza di Catania ha smascherato cinque falsi ciechi. Due donne e tre uomini, dichiarati non vedenti dal 1999 al 2009, erano riusciti ad aggiudicarsi assegni di invalidità e indennità di accompagnamento. E quel che è peggio è che per i cinque farla credere ai medici è stato un gioco da ragazzi. La truffa alle casse dell’Inps scoperta dalle Fiamme Gialle è di circa mezzo milione di euro.

Le indagini, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, sono state rese possibili dall’analisi di numerose notizie ricavate dalle banche dati e successivamente riscontrate attraverso accurati pedinamenti dei sospettati. Le immagini registrate documentano i presunti ciechi che passeggiano per le vie della città, evitando ostacoli e salendo e scendendo dalle scalinate o mentre sono “impegnati” in un partita a biliardino. Uno degli indagati, che da alcuni anni percepisce una pensione di invalidità per cecita’ cosiddetta parziale, è stato ripreso alla guida di un motorino mentre procedeva a ‘zig zag’ per il traffico cittadino.

I filmati e le prove raccolte dalla Guardia di Finanza sono state messe a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ha disposto il sequestro dei beni e dei valori necessari a risarcire lo stato. I sigilli hanno interessato 5 immobili e le disponibilità sui conti correnti bancari dove venivano accreditate le indennita’.

Gli indagati sono, G.M., di anni 47, dichiarata cieca dal 1999; G.S., di anni 39, dichiarato cieco dal 2009; P.E., di anni 36, dichiarata cieca dal 2008; B.N., di anni 42, dichiarato cieco dal 1991; N.G., di anni 30, dichiarato “cieco parziale” dal 2009.