Cateno De Luca urla a Non è l’Arena. Poi la frase sulla sua città: “A Messina o ti affili o…” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 novembre 2017 15:56 | Ultimo aggiornamento: 27 novembre 2017 15:57
cateno-de-luca

Cateno De Luca a Non è l’Arena: “A Messina o ti affili o ti fanno fuori”

ROMA – Cateno De Luca, il deputato regionale Udc della Sicilia, è ospite in studio di Massimo Giletti. De Luca si difende dal reato che gli è costato l’arresto non appena eletto in Sicilia e non esita ad attaccare la magistratura messinese. Stavolta, è toccato ad un non precisato alto magistrato, il cui figlio, secondo De Luca, sarebbe stato assunto in un ente di formazione: le sue indagini da parlamentare e lo “smascheramento” di una manovra che avrebbe portato il rampollo ad un ente regionale, sarebbe alla base della sua persecuzione giudiziaria.

De Luca grida e va in iperventilazione, mentre un imbarazzato Giletti tenta di riportarlo a più miti consigli. Poi, dopo aver constato che De Luca non si calma, Giletti lo lascia parlare specificando che si assume le responsabilità delle sue parole.

“Ho già denunciato tutto due volte, sto procedendo con la terza, certo che me le assumo”, ha continuato l’ex sindaco di Fiumedinisi, che ha poi rincarato la dose parlando anche dell’arresto di Francantonio Genovese. “Abbassiamo i microfoni”, ha concluso Giletti, che non riesce a contrastare le voci di De Luca.

A Messina, nel momento in cui emergi, o ti affili o ti fanno fuori”, aveva spiegato qualche minuto prima Cateno De Luca.