Cina/ Rivolta soffocata nel sangue a Urumqi: 140 morti e 816 feriti

Pubblicato il 6 Luglio 2009 19:36 | Ultimo aggiornamento: 6 Luglio 2009 19:36

La polizia cinese spegne nel sangue la rivolta dei musulmani uighuri. È stato un massacro i cui contorni non sono ancora chiari: nelle violenze di ieri a Urumqi, nella regione cinese del Xinjiang, 140 persone hanno perso la vita e più di 800 sono rimaste ferite. Centinaia gli arresti effettuati. Lo hanno dichiarato alla stampa locale dirigenti del partito comunista cinese, indicando che si è trattato di una rivolta di grandi proporzioni.