Collegno (Torino), 16enne aggredito con la roncola da 20enne: non aveva pagato la droga VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 Settembre 2020 22:24 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2020 22:24
collegno, aggressione metro

Collegno (Torino), 16enne aggredito con la roncola da 20enne

Orrore sulla metro a Torino: ragazzino di 16 aggredito con la roncola da un ventenne per un debito di droga.

Collegno, 16enne aggredito con la roncola.

Orrore alla stazione metropolitana Fermi di Collegno che si trova alle porte di Torino: il 16enne è stato colpito con una roncola, attrezzo agricolo formato da una lama metallica a forma di uncino, per non aver pagato un debito di droga.

 La polizia di Torino ha arrestato per tentato omicidio un 20enne residente a Collegno, a pochi chilometri dal capoluogo.

I fatti risalgono a sabato sera quando, con la roncola nascosta in uno zainetto, lo spacciatore ha incontrato il 16enne in compagnia della fidanzata alla stazione metro.

Il 20enne ha inseguito la coppia.

Il 16enne è stato colpito alla spalla sinistra e gli ha procurato una ferita profonda. Per questione di centimetri la lama non ha per fortuna raggiunto il collo.

L’aggressore è fuggito, con la coppia che ha raggiunto le vetture della metro prendendo la prima corsa in partenza.

Nel frattempo, i due hanno contattato il 112 e sono scesi alla fermata Dante, dove ad aspettarli hanno trovato gli agenti della squadra volante.

Nel giro di un paio d’ore i poliziotti sono riusciti a rintracciare l’abitazione dove il 20enne vive da solo, a Collegno.

Il giovane è stato sorpreso in compagnia di quattro ragazzi, impegnato in un torneo di play station, con ancora addosso la felpa bianca sporca di sangue.

Alla polizia ha raccontato che voleva farla pagare al 16enne, colpevole di non aveva saldato un debito legato alla cessione di droga.

Nella stanza da letto del 20enne gli agenti hanno rinvenuto delle infiorescenze di marijuana, che sono state sequestrate.

L’arma utilizzata per l’aggressione, una roncola con lama in metallo ricurva di circa 23 centimetri, è stata invece ritrovata fra la vegetazione poco distante da casa, ancora sporca di sangue. 

L’aggressione è stata ripresa dalle telecamere della stazione (fonte: Agi, YouTube).