Coronavirus New York, il pronto soccorso nel quartiere povero: medici salvano paziente da infarto VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Aprile 2020 10:51 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2020 10:51
coronavirus ospedale new york

Coronavirus New York, il pronto soccorso nel quartiere povero: medici salvano paziente da infarto

ROMA – La terapia intensiva di un ospedale vicino New York alle prese con i malati da coronavirus.

Qui, un infermiere preme furiosamente sul petto di un uomo mentre cinque colleghi circondano il letto del paziente.

Improvvisamente alzano le braccia e fanno un passo indietro: “Ok, fate spazio! Fate spazio”. Appena si allontanano il paziente ha degli spasmi e muove le braccia all’indietro.

Era in arresto caridiaco, ora è salvo, almeno per ora. Il paziente viene ricollegato al respiratore: lui ce l’ha fatta a differenza di molti altri che al Saint Joseph’s Medical Center sono morti.

L’ospedale si trova a Yonkers, comune della contea di Westchester che confina con il Bronx di New York. 

Medici e infermieri raccontano di avere “così tante persone malate che non ci si può credere”. Il dottor Anthony Leno, direttore della Medicina generale, racconta che in un turno ha dovuto dichiarare il decesso di sei persone.

Prima dichiarava un decesso ogni 10-12 ore. 

L’ospedale serve uno dei quartieri più poveri della più grande città della contea: la zona, come la confinante New York e il vicino New Jersey è stata duramente colpita dal coronavirus.

Nell’ospedale lavorano circa 280 persone. La metà sono state contagiate. L’Associated Press, nei primi giorni della pandemia aveva fotografato all’ingresso della struttura 28 pazienti in ambulanze che erano in attesa di entrare.

Come accaduto anche negli ospedali italiani, personale di altre aree dell’ospedale è stato riassegnato per gestire i pazienti. I 194 posti letto in terapia intensiva dell’ospedale sono stati aumentati.

Al Saint Joseph, dal 20 marzo al 19 aprile, l’85 per cento delle patologie curate erano coronavirus. I medici dell’ospedale se lo asepttavano: il Covid-19 h ha infatti colpito una popolazione povera e costituita in gran parte da minoranze.

In questi quartieri vivono famiglie numerose tutti insieme in piccole case. L’isolamento dei malati è pressoché impossibile.

 New York e la sua area metropolitana  conta al momento un quarto di tutte le infezioni da Covid-19 degli Stati Uniti. Frotneggiare numeri del genere appare difficile se non impossibile: lo Stato di New York ha infatti contato più di 257mila casi di Covid-19 (fonte: RaiNews, Daily Mail).