Corrado Guzzanti massone lancia il suo appello contro la legge sulle intercettazioni

Pubblicato il 20 luglio 2010 12:32 | Ultimo aggiornamento: 20 luglio 2010 12:32

Contro la legge bavaglio sulle intercettazioni si allunga la lista degli artisti che si mobilitano. Nelle ultime ore è apparso sul web un video con un monologo di Corrado Guzzanti, che incappucciato come un massone, tra una metafora e una battuta, parla a modo suo del ddl Alfano, svariando dal Tg1 di Minzolini all’Aquila fino al caso della P3.

“Basta col passato, la P non ci rappresenta più. Da oggi siamo la Q1 – dice il comico durante il suo pezzo – ricordate il nostro motto: meglio la morte che finire sul digitale terrestre”:

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other