Costa Rica: forte scossa di terremoto, magnitudo 7.6. Morte due persone (video)

Pubblicato il 5 settembre 2012 17:02 | Ultimo aggiornamento: 6 settembre 2012 16:57

Forte scossa di terremoto Costarica. Allarme tsunami in 3 statiSAMARA (COSTA RICA) – Una forte scossa di magnitudo 7.6 ha colpito il nordovest del Costa Rica. Lo riferisce l’Istituto geofisico americano (Usgs). La forte scossa è stata registrata alle 16:42 dal servizio statunitense di monitoraggio terremoti. L’epicentro è stato localizzato 3 km a Nordest di Samara, 38 a Sudest di Santa Cruz, ipocentro profondo 46 chilometri. Due persone sono morte: una donna è rimasta vittima di un infarto mentre un uomo è stato schiacciato da un crollo mentre si trovava nella sua automobile: lo riferisce il Canale 7 della televisione locale, citando fonti sanitarie.

In un primo momento, il Centro di allerta Tsunami del Pacifico aveva lanciato l’allarme per il rischio di uno tsunami in seguito al forte sisma. Il rischio riguardava una eventuale onda anomala generata dalla forte scarica tellurica che poteva abbattersi sulle coste di Costarica, Nicaragua e Panama. Ma le autorità del Costa Rica hanno successivamente smentito l’eventualità di uno tsunami.

Fughe di gas, problemi nelle istallazioni elettriche, interruzioni delle linee telefoniche, crolli parziali ed altri danni nelle residenze e negli alberghi del nord del paese centroamericano e qualche ferito leggero: sono i danni riportati dai media locali. Luis Salas, direttore dei pompieri, ha detto che i suoi uomini hanno assistito molte persone che hanno avuto malori e svenimenti per strada, principalmente nella provincia di Guanacaste, nell’estremo occidentale del paese. Il direttore di uno stabilimento di una catena alberghiera spagnola racconta di due persone, rimaste leggermente ferite, dopo essere cadute per terra.

Nella capitale San Josè tutti gli uffici pubblici e molti privati sono stati evacuati, seguendo le procedure di emergenza, senza che ci siano registrati incidenti. Secondo i pompieri, non si registrano finora danni di rilievo alle infrastrutture, come era invece successo l’8 gennaio del 2009, quando il paese fu scosso da un terremoto che raggiunse una intensità di 6.2 gradi nella scala di Richter.