Crozza vs Fornero: “Se non fossero bamboccioni verrebbero a farvi un choosy così”

Pubblicato il 24 Ottobre 2012 10:51 | Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2012 10:51

Maurizio Crozza

ROMA – Nella puntata di Ballarò andata in onda martedì 23 ottobre, Maurizio Crozza ha realizzato, come di consueto, la sua copertina. Il comico genovese apre con Elsa Fornero e i giovani, che non devono essere “choosy”, ossia schizzinosi, e accettare la prima offerta di lavoro che arriva e poi “vedere da dentro”.  

Crozza ricorda che in un call center a 600 euro al mese, i giovani trovano banche più schizzinose di loro, che alla richiesta di mutuo rispondono: “Torni un’altra volta, oggi siamo choosy” dice il comico riferendosi alle banche. E poi chiosa: “La Fornero dice quello che pensa. Infatti il problema non è quello che dice. E’ quello che pensa. Se i giovani non fossero bamboccioni, verrebbero a farvi un choosy così”. 

Crozza passa poi  a Scajola, indagato nell’affaire Finmeccanica, e riepiloga le varie inchieste che riguardano l’ex ministro, che in tutti questi anni è rimasto sempre “sereno”. Quindi, un po’ di amarcord con Silvio Berlusconi e il bunga bunga e poi un riuscitissimo travestimento da Apicella che fa il verso alla deposizione canterina in tribunale.