Da Aznavour al suo cantante preferito Berlusconi: “Devi saper lasciare…”

Pubblicato il 21 Maggio 2011 19:08 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2011 9:14

Una delle più belle canzoni del mondo stata scritta da Charles Aznavour nel 1962, si intitola “Il faut savoir”, devi sapere. Aznavour l’ha cantata in francese e anche in italiano. In italiano è un classico di Gino Paoli, anche Mina l’ha performata alla tv.

Il testo è bellissimo, struggente:è un invito a lasciare, quando si è capito che la partita è persa; a uscire con decoro e dignità, salvando la faccia. Non c’è altro modo, per non ridursi a un ridicolo mucchio di stracci, offrendo a grandi e piccoli un inverecondo spettacolo per la gioia dei propri memici.

La conclusione però  è amara: anche se uno sa come dovrebbe comportarsi, alla fine non ce la fa a abbandonare.

La canzone è vecchia di mezzo secolo, ma è più attuale che mai. Si riferisce a un cuore lacerato dall’amore, ma si pò applicare altrettanto bene a tante altre situazioni della vita, a cominciare dalla politica.

Viene naturale dedicarla a Silvio Berlusconi, che chissà quante volte l’ha cantata quando si esibiva sulle navi da crociera con il complessino del suo amico Fedele Confalonieri.

Ma viene naturale anche dedicarla, con lui, all’intera classe politica che non capisce che è il momento di uscire con decoro, perché tra loro e noi, come in un’altra canzone di Aznavour, si è inserito qualcun altro, le forze nuove e emergenti del cambiamento.

Questa è la versione in italiano cantata da Aznavour:

Questo l’originale francese:

Versione Paoli:

Profetica canzone, questa, eseguita in italiano alla nostra tv Rai nel 1972: “Io tra di voi”:

Per le parole di Il faut savoir cliccare qui