Dario Bressanini confessa: “Ho un tumore raro”. Lo youtuber e divulgatore scientifico ha un melanoma uveale

di Daniela Lauria
Pubblicato il 22 Dicembre 2020 12:23 | Ultimo aggiornamento: 22 Dicembre 2020 12:35
Dario Bressanini confessa: "Ho un tumore raro". Lo youtuber e divulgatore scientifico ha un melanoma uveale

Dario Bressanini confessa: “Ho un tumore raro”. Lo youtuber e divulgatore scientifico ha un melanoma uveale

“Ho un tumore, un tumore raro”. Lo annuncia così, a bruciapelo, Dario Bressanini, 57 anni, chimico e divulgatore numero 1 su YouTube. Alle centinaia di migliaia di follower che lo seguono ha spiegato il perché della sua prolungata assenza dal web e lo ha fatto anche con una certa brutalità per esorcizzare il tabù della malattia.

“Non è un clickbait purtroppo – avvisa – Lo dico subito per quelli che legittimamente non gradiscono questo tipo di video personali… Potete fermarvi subito, amici come prima, torneremo a parlare di kamut, di bicarbonato, a smentire tutti i cialtroni che infestano la rete ma non oggi”.

Lo youtuber Dario Bressanini ha un tumore

Quindi spiega perché ha trovato il coraggio di parlarne. “C’è una sorta di pudore nel parlare di cancro, perché i malati ci imbarazzano. Mi ricordo quando ero bambino era vietato pronunciarne il nome, tumore o cancro e quando un parente di ammalava di questa malattia sentivo ‘è il brutto male’. Ci imbarazza perché è la paura della morte che abbiamo tutti e perché può colpire, e colpisce, indiscriminatamente”.

Per Bressanini è arrivato il momento di parlarne “dopo mesi di silenzio e di risposte vaghe” ad amici e parenti. “La mia psicologa direbbe che è un video catartico, mi serve per esorcizzare la paura e un po’ per sopportare il trauma… In pochi mesi la mia vita è stata letteralmente sconvolta insieme alle mie prospettive. Da quando ho scoperto di essere malato non riesco più a pensare ad altro. Vorrei ricominciare a vivere ma prima devo liberarmi di questo fardello”.

Dario Bressanini spiega cosa è il melanoma uveale

A questo punto il divulgatore scientifico prende il sopravvento e spiega cosa è il melanoma uveale, il raro tumore maligno che lo ha colpito. 

“Sono stato operato all’occhio sinistro”. Il tumore, racconta, “è accanto al nervo ottico, quindi qualsiasi cosa faccia o non faccia l’occhio verrà danneggiato irrimediabilmente. Il mio tumore è radioresistente, resiste alla radioterapia classica e non esistono sostanze chimiche adiuvanti che possono essere utilizzate per una chemioterapia…. Non è visibile dall’esterno, anche se io lo vedo, quel ‘gran bastardo'”.

“Colpisce 5 persone su un milione, fino a qualche decennio fa per una cosa del genere asportavano direttamente l’occhio. La dottoressa Angi del reparto di oncologia oculare dell’Istituto dei tumori di Milano quando me l’ha diagnosticato è stata molto chiara. Per noi medici la priorità è salvare la vita del paziente. Poi pensare all’organo e poi alla sua funzionalità. Il trattamento migliore che si può fare adesso è di bombardare il tumore con un fascio di protoni. L’ho fatto allo CNAU a Pavia. La terapia è finita, ma dovrò imparare a convivere con l’idea di vivere con un occhio sol0”.

E conclude con una osservazione: “Quando si parla di cancro si parla spesso di lotta contro il cancro. A me non piace la retorica di combattere il cancro a livello personale: non sono io che combatto il mio tumore, non sono io che posso fare qualcosa, non sono io che posso sconfiggerlo, io non posso fare nulla ed è una cosa che mi fa impazzire. Sono i medici e fisici che combattono contro il mio tumore”. (Fonte: YouTube).

Dario Bressanini: “Ho un tumore”. Il Video