Video

Davide de Luca, “Gemitaiz”: il rapper arrestato per spaccio

Gemitaiz

Gemitaiz

ROMA, 30 GEN – Lo hanno arrestato ieri, in via Tigre, al quartiere africano Davide de Luca, in arte Gemitaiz, uno dei rapper emergenti più popolari. 228mila fan su Facebook e contratto con la Tanta Roba, l’etichetta discografica di Gué Pequeno, quello di Nicole Minetti

Niente atteggiamenti da gangster questa volta, de Luca è stato fermato dai carabinieri insospettiti dal suo comportamento.

“Le guardie dietro, con tre grammi in tasca faccio i cento metri che è record mondiale” “rappa” in una delle sue canzoni (Pistorius il titolo) Gemitaiz ma questa volta, davanti “alle guardie”, in tribunale de Luca “a stento ha trattenuto le lacrime” come racconta Repubblica.

Nella sue tasche, riporta Repubblica, hanno trovato ketamina e marijuana, nella sua abitazione oltre all’hashish anche un bilancino di precisione, forbici sporche di droga e un’agendina dove erano segnati nomi e cifre. “Crediti di droga” secondo l’accusa che parla di “detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio”.

L’avvocato ha provato a sollevare dubbi sulla paternità dell’agendina, “forse di proprietà della mamma del cantante”. “Quella droga era mia per uso personale” si è difeso de Luca, trattenendo le lacrime, ma, evidentemente, non è riuscito a convincere il giudice che ha deciso per i domiciliari. Dalla mamma.

To Top