Desio, maxi rissa col machete: guarda video della rissa con machete per una ragazza contesa tra due baby gang rivali

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 5 Marzo 2021 10:41 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2021 10:41
Desio, rissa col machete per una ragazza contesa VIDEO Baby gang rivali si erano sfidate su Instagram

Desio, rissa col machete per una ragazza contesa VIDEO Baby gang rivali si erano sfidate su Instagram (Foto Ansa)

Desio, la rissa col machete è “colpa” di una ragazza. Una ragazza contesa tra due baby gang rivali. Bande che si erano sfidate con messaggi minacciosi su Instagram. Messaggi di sfida nelle stories prima della resa dei conti di persona.

La ragazza era contesa tra due appartenenti ai gruppi residenti nelle province di Monza e Milano. Alla rissa hanno partecipato una ventina di giovanissimi, molti dei quali minorenni.

Desio: rissa con machete per una ragazza contesa

A quanto emerso a scatenare la rissa è stata la lite tra due giovani, uno di Cinisello Balsamo (Milano) e uno di Desio (Monza). La battaglia è stata prima virtuale, tra insulti e provocazioni scagliate a più riprese. Fino ad arrivare al richiamo della piazza.

Il ragazzo di Desio è ritenuto colpevole di aver fatto la corte alla presunta fidanzata del primo. Immancabile la risposta degli amici, pronti a difendere la posizione dell’uno e dell’altro contendente. I due gruppi di giovani, fissata data e ora, sono arrivati sul posto alla spicciolata, sfruttando strade laterali, per poi raggrupparsi in un solo punto e iniziare ad insultarsi e spintonarsi vigorosamente.

Nelle immagini dei video girati dai residenti e dalle telecamere di videosorveglianza della zona, sono visibili mazze di ferro. E addirittura un machete, nelle mani dei ragazzi che si avvicinavano al “ring” metropolitano.

Rissa a Desio: le segnalazioni di passanti e residenti ai carabinieri

Grazie alle numerose telefonate dei passanti sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Desio, che con diverse pattuglie hanno circondato l’area e impedito che la situazione degenerasse. L’arrivo delle divise ha ovviamente scatenato il “fuggi fuggi” generale. Ma, per sei dei presenti, il conto è arrivato immediatamente dopo il sopraggiungere dei militari che li hanno bloccati.

Per tutti loro, tre dei quali minorenni, è scattata una denuncia per rissa, incluso il porto di oggetti pericolosi per chi è stato trovato armato. Sia le mazze che il machete sono stati sequestrati. Per coloro che provenivano da Cinisello Balsamo anche la sanzione per aver violato le norme anti Covid.

Sono ora in corso indagini per risalire a tutti gli altri partecipanti, accertamenti resi decisamente più semplici grazie ai diversi video girati dai cittadini presenti.