Djokovic squalificato dagli Us Open: ha colpito una giudice di linea con la pallina VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Settembre 2020 8:21 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2020 9:24
Djokovic squalificato dagli Us Open

Djokovic squalificato dagli Us Open: ha colpito una giudice di linea con la pallina VIDEO

Il grande favorito degli Us Open Novak Djokovic, è fuori dal torneo per un gesto di stizza che gli è costato carissimo: ha colpito con una pallina una giudice di linea.

Novak Djokovic è stato squalificato dagli Us Open per motivi disciplinari.

Dopo essere andato sotto di un break nel set d’apertura, ha scagliato una pallina in direzione di una giudice di linea, colpendola alla gola.

Un gesto che gli è costato la squalifica dalla partita e dal torneo.

La Federazione statunitense (USTA) ha comunicato che il numero 1 dell’Atp perderà anche tutto il montepremi ed i punti guadagnati fino a quel momento grazie alle sue prime tre vittorie a Flushing Meadows.

Come si vede dal video, il tennista serbo ha scagliato una pallina in fondo al campo al momento del cambio campo contro lo spagnolo Pablo Carreno Busta, colpendo al collo una giudice di linea.

Djokovic si è immediatamente scusato e ha cercato di soccorrere la “sua vittima”.

Dopo una lunga discussione con il supervisor, dove ha tentato di giustificare il suo gesto, è stato squalificato e ha lasciato il campo.

Le scuse di Djokovic

Il serbo si è scusato poi tramite un messaggio postato sui social media.

“Chiedo scusa agli US Open e a tutti coloro che sono stati colpiti dal mio comportamento: sono desolato. Mi sento davvero triste e vuoto dopo quanto accaduto. Ho chiesto notizie sulla guardalinee e il torneo mi ha detto che grazie a Dio si sente bene. Sono estremamente dispiaciuto di averle causato così tanto stress. E’ stato del tutto involontario”, ha scritto Djokovic.

“Per quanto riguarda la mia squalifica – ha concluso -, devo fare un’introspezione e lavorare sulla mia delusione per trarne una lezione per andare avanti e progredire come tennista e come essere umano”.

Le altre squalifiche celebri

Soltanto altre due volte nella storia dei tornei del Grande Slam un giocatore era stato escluso per motivi disciplinari.

Prima del serbo era toccato a John McEnroe negli Australian Open del 1990 e a Stefan Koubek nell’Open di Francia del 2000.

Il primo ruppe una racchetta, si avvicinò a una delle “guardalinee” per discutere su una chiamata facendo rimbalzare minacciosamente una palla vicino alla faccia della ragazza durante l’incontro con lo svedese Pernfors.

Koubek invece venne escluso dal Roland Garros per aver inavvertitamente colpito un raccattapalle con la racchetta, che invece avrebbe voluto scagliare verso la propria panchina. (fonte OA SPORT)