“E fu sera, e fu mattina”: film-caso in Piemonte, arriva a Roma al cinema Lux

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Aprile 2014 11:59 | Ultimo aggiornamento: 14 Aprile 2014 12:00
"E fu sera, e fu mattina": film-caso in Piemonte, arriva a Roma al cinema Lux

“E fu sera, e fu mattina”: film-caso in Piemonte, arriva a Roma al cinema Lux

ROMA – “E fu sera, e fu mattina”, ovvero fare un film spendendo 70mila euro in tutto. Fare un film prodotto da studenti, pensionati, persone comuni, tutti co-azionisti, tutti finanziatori del progetto. Il film sarà proiettato dal 15 al 21 maggio al cinema Lux di Roma.

Nasce così il film indipendente del regista 28enne Emanuele Caruso. “E fu sera e fu mattina” è stato girato in provincia di Cuneo, tra le Langhe e Roero, nell’estate 2012.

Creato e pensato con un forte riferimento al territorio (ad Alba 6 settimane in cartellone con 31 sold out), è diventato un piccolo caso nazionale, tanto che, dopo aver girato il Piemonte, ha girato per il centro Italia e ora approda a Roma.

A Torino è diventato un piccolo caso: doveva restare una settimana in programmazione, ma ad oggi le proiezioni sono state prorogate per la quinta settimana consecutiva fino al 16 Aprile.

Trama

Ad Avila, un tranquillo paesino di 2.000 anime che regna in cima a una verde collina, si sta festeggiando in piazza, come ogni anno, la festa di Sant’Eurosia, patrona dei frutti della terra. Ma al bar del paese è successo qualcosa. Un evento eccezionale, di quelli che ad Avila non sono abituati a vedere spesso. Gli occhi delle persone sono puntati sulla televisione del bar e paiono non volersi staccare per nessun motivo. E quando Francesco, il parroco del piccolo paese, arriva al bar, la gente è già nel panico. La vita e la quotidianità degli abitanti di Avila verrà letteralmente sconvolta e la propria esistenza. Nel bene e nel male.

Il film è stato reso possibile grazie al metodo del crowdfunding e soprattutto del crowd equity, cioè raccolta fondi da destinare alla produzione. Raccolta effettuata sostanzialmente grazie al passaparola.