Egitto, Morsi in tv dietro le sbarre: “Sono io il presidente” (video)

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 4 Novembre 2013 19:38 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2013 19:48
Egitto, Morsi in tv dietro le sbarre: "Sono io il presidente" (video)

Mohamed Morsi in tribunale (foto Ansa)

ROMA- Il processo dell’Egitto dei militari di Abdel Fattah al Sissi al deposto presidente Mohamed Morsi non è mai iniziato: previsto al Cairo per oggi, 4 novembre, è iniziato con due ore di ritardo, è stato sospeso per un’ora e infine rinviato all’8 gennaio. Alla sbarra per per incitamento alla violenza e all’omicidio, il leader legato alla Fratellanza Musulmana ha ribaltato i ruoli e ha mosso le proprie accuse alla corte che doveva giudicarlo: “Ricordati che sono il tuo presidente”. 

E’ il punto su cui insistono i suoi legali e sostenitori: Morsi non si è mai dimesso, è ancora lui il capo di Stato egiziano. E per ricordare che non è un detenuto qualunque, Morsi si è rifiutato di indossare la divisa bianca dei carcerati. Non riconosce il tribunale che lo giudica: per lui è illegittimo. 

L’ex presidente, deposto dal golpe militare del 3 luglio scorso, è accusato con altre 14 persone della morte di 10 manifestanti durante gli scontri davanti alla sede della presidenza egiziana il 5 dicembre 2012.

Era stato eletto dopo che le rivolte della primavera del 2011 avevano travolto lo storico rais egiziano, Hosni Mubarak, al potere per trent’anni. Anche lui finito a processo con le stesse accuse di Morsi.