Ucraina, Femen a seno nudo in cattedrale contro giro vite su aborto

Pubblicato il 10 Aprile 2012 16:28 | Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2012 16:37

MOSCA – A seno nudo nella celebre cattedrale di Santa Sofia di Kiev: e’ l’ultima manifestazione attuata dal gruppo femminista ucraino Femen, questa volta contro una proposta di legge presentata da un deputato per limitare fortemente l’interruzione volontaria della gravidanza, consentendola solo quando mette a rischio la vita della madre. Le autrici del blitz sono salite sul campanile per far suonare le campane esibendo un manifesto nero con la scritta ”Stop”.

”E’ un complotto della Chiesa e dello Stato”, hanno denunciato. Una di loro portava uno striscione con il motto tedesco “Kinder, Kuche, Kirche” (“Bambini, cucina e chiesa), coniato in epoca prussiana e ripreso dal terzo Reich per sintetizzare il ruolo riservato alla donna nella societa’.

Il progetto di legge e’ stato presentato da un deputato dell’opposizione, Andri Chkil, che ha raccolto l’appello lanciato in marzo da alcuni gruppi cristiani e ha giustificato l’iniziativa con l’obiettivo di migliorare la situazione demografica.

La legislazione ucraina consente l’aborto sino alla 12/ma settimana e, in alcuni casi, sino alla 22/ma.