Figlio maschio, papà lo annuncia così e scatena un incendio VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 novembre 2018 13:23 | Ultimo aggiornamento: 30 novembre 2018 13:23
Figlio maschio, papà lo annuncia così e scatena un incendio VIDEO

Figlio maschio, papà lo annuncia così e scatena un incendio

PHOENIX – Voleva festeggiare l’arrivo del proprio figlio in modo spettacolare. Ma si è ritrovato a scatenare un incendio che ha distrutto quasi duecento chilometri quadrati di prateria, e adesso dovrà pagare 8 milioni di dollari di danni. 

Protagonista di questo disastroso Gender Reveal Party, la tipica festa americana con cui i futuri genitori scoprono insieme a parenti e amici il sesso del nascituro, è stato Dennis Dickey, 37 anni, poliziotto di frontiera dell’Arizona. 

Nell’aprile del 2017 ha deciso di annunciare il sesso del figlio sparando in mezzo ad un prato secco vicino a Tucson una carica esplosiva che avrebbe dovuto diffondere un fumo colorato di azzurro.

Ma l’esplosione ha causato un incendio che ha mandato in fumo quasi duecento chilometri quadrati di prateria, provocando danni per 8,2 milioni di dollari. Ci sono voluti 800 vigili del fuoco per spegnere le fiamme scatenate. 

Il fatto è stato reso noto adesso durante il processo, e Dickey è stato condannato a cinque anni di libertà condizionata e al pagamento di 8 milioni di dollari di danni, che salderà a rate per i prossimi 20 anni.

Il dipartimento di Giustizia ha detto che Dickey ha messo l’esplosivo chiamato Tannerite nella prateria e poi ha anche sparato con un fucile. Secondo quanto riferisce il Daily Star, Dickey ha dato il consenso a pagare 100mila dollari ad ottobre e 120mila dollari in rate da 500 dollari al mese nei prossimi vent’anni.