Filippine, combina immagini sacre e oggetti fallici in opere d’arte: critiche dai cattolici

Pubblicato il 8 Agosto 2011 17:19 | Ultimo aggiornamento: 8 Agosto 2011 17:20

MANILA (FILIPPINE) – L’ex first lady filippina e mecenate Imelda Marcos si è unita alle critiche dei leader cattolici del Paese nella denuncia di una mostra artistica nella capitale Manila che combina simboli religiosi con oggetti fallici. L’esibizione del Centro culturale delle Filippine dell’artista contemporaneo Mideo Cruz ha provocato l’ira di diversi cittadini e allo stesso tempo ha aperto un dibattito sulla libertà di espressione nella nazione a predominanza cattolica.

Alcune persone hanno vandalizzato parte della mostra la settimana scorsa, rimuovendo un pene di legno da un poster che rappresentava Gesù Cristo. Una scultura mostra un pene appeso a una croce di legno, mentre un’altra ritrae Gesù in veste di Topolino. Dopo aver visitato oggi l’esibizione, Marcos ha detto che la mostra è solo una “profanazione”. L’artista ha riferito a sua difesa che gli oggetti fallici sono simboli di potere.