Finali Nba a San Antonio (Texas): buu razzisti contro un bambino messicano (video)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2013 9:37 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2013 9:39

messicoNEW YORK – Bersagliato da insulti razzisti solo per aver cantato l’inno americano in vesti tradizionali dei cantastorie del Messico (i mariachi), paese d’origine della sua famiglia. E’ capitato a Sebastien De La Cruz, 11enne, chiamato a intonare vestito da mariachi prima delle finali Nba di Basket a San Antonio, in Texas. Lo stesso presidente Barack Obama è intervenuto in difesa del bambino. Sebastien, conosciuto per aver partecipato al programma ‘America’s Got Talent’, avrebbe dovuto rappresentare l’integrazione dei ‘latinos’ negli Usa e l’American dream.

”Non posso credere che facciano cantare l’inno ad un immigrato clandestino”, si e’ inalberato un frequentatore di Twitter in uno dei tanti messaggi ostili immediatamente diffusisi in rete. E ancora: ”Un messicano canta l’inno nazionale? Dove finiremo?”.