Gallera, altro errore: “Se avesse avuto anche solo il 37,5 per cento di febbre…” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Luglio 2020 12:21 | Ultimo aggiornamento: 6 Luglio 2020 12:21
Gallera, altro errore: "Se avesse avuto anche solo il 37,5 per cento di febbre…" VIDEO

Gallera, altro errore: “Se avesse avuto anche solo il 37,5 per cento di febbre…” VIDEO

“Il 37,5 per cento di febbre”. Altro errore di Giulio Gallera, assessore al welfare della regione Lombardia.

Nel corso di una collegamento televisivo Gallera infatti ha confuso l’unità di misura della temperatura corporea affermando: “Se avesse avuto anche solo il 37,5 per cento di febbre…”.

Lo scivolone non è passato inosservato e sui social sono comparsi tanti commenti ironici, anche perché non si tratta della prima gaffe per l’assessore lombardo.

Il precedente errore dell’assessore.

Lo scorso 23 maggio aveva fatto discutere la sua spiegazione errata dell’indice di contagio. Giulio Gallera disse: “Per infettare me servono due persone infette”. Quello che era chiaramente un errore arrivò dall’assessore durante la quotidiana diretta Facebook per fornire i dati del contagio da coronavirus.

Per provare a spiegare in modo più semplice l’andamento e il significato dell’indice di contagio Gallera disse: “L’indice Rt a 0,51 vuole dire che per infettare me bisogna trovare due persone nello stesso momento infette. Questo vuol dire che non è cosi semplice trovare due persone infette nello stesso momento per infettare me”, confondendo un dato statistico con la realtà dei fatti.

In Lombardia bloccati altri 6 focolai.

“I protocolli Anticovid hanno permesso di soffocare 6 focolai prima ancora che si propagassero: 1500 tamponi eseguiti, 70 persone positive di cui 58 residenti sul territorio lombardo, 54 in Provincia di Mantova e 4 in Provincia di Cremona”, dice Gallera. Gallera fa riferimento anche ai focolai nel Mantovano che si sono sviluppati in macelli e salumifici.

L’assessore nel comunicato parla dell’attività “della locale Agenzia per la Tutela della Salute che, a seguito di alcune segnalazioni, nelle ultime due settimane ha svolto una intensa attività di controllo, tracciamento, sorveglianza e prevenzione, in particolare nell’ambito di 6 realtà produttive nel territorio di competenza”.(Fonte YouTube).