Gattuso come Trapattoni in conferenza stampa: “Scrivete tutte cazzate” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 settembre 2014 19:17 | Ultimo aggiornamento: 21 settembre 2014 19:18
Gattuso come Trapattoni in conferenza stampa: "Scrivete tutte cazzate" VIDEO

Gattuso come Trapattoni in conferenza stampa: “Scrivete tutte cazzate” VIDEO

ROMA – “I not permet…I have diplom…Quello che scrivono sui giornali sono tutte cazz…shit…malakia, 100% malakia”. In un colorito anglo-greco-italiano Gennaro Gattuso, tecnico dell’Ofi Creta tornato finalmente alla vittoria nel campionato greco, si è lasciato andare a un lungo, e anche divertente per gli osservatori neutrali, sfogo che ha ricordato quelli di Giovanni Trapattoni e il suo famoso ‘Strunz’ (che poi era il cognome di un suo giocatore) quando allenava il Bayern Monaco e di Alberto Malesani quando era alla guida del Panathinaikos, quindi proprio in Grecia, e se la prese di brutto con la stampa locale.

L’Ofi è tornato a vincere, dopo un periodo piuttosto critico, e Gattuso ne ha approfittato per togliersi qualche sassolino dalle scarpe, rivolgendosi ai reporter mentre al suo fianco un interprete con l’aria tra l’imbarazzato e il divertito cercava di tradurre. “Hanno scritto caz….”, ha ‘ringhiato’ l’ex milanista campione del mondo 2006 in Germania parlando, con aria decisamente corrucciata, un curioso linguaggio impastato d’italiano, inglese e qualche parola di greco.

“Conosco bene le difficoltà della società, quando sono venuto qui ne ero perfettamente consapevole e ci ho investito personalmente – si è sfogato Gattuso -, chiamando anche miei collaboratori perchè per me il calcio è una passione e ho voglia di lavorare. Questa è la mia squadra, sono il condottiero della barca, non la abbandono. Sarò l’ultimo a lasciarla. Si può vincere e si può perdere ma alla mia età, a 37 anni, è troppo facile prendere e andare via”.

“Quello che scrivono i giornali sono cazz… – ha aggiunto con enfasi Gattuso -, 100% malakia..il direttore ha scritto inesattezze e falsità. Siamo l’Ofi non il Real Madrid e nemmeno il Barcellona – ha aggiunto con enfasi Gattuso -, però voglio rispetto per me, per la mia squadra, per Creta. E soprattutto ‘I want my players play with balls? and heart. Me work’. Chi non s’adegua alle regole può accomodarsi a bordo campo”. E infatti Gattuso ha messo fuori rosa Frangoulakis e Daskalakis: “non hanno rispettato le regole – ha concluso Gattuso – e quelle valgono per tutti,che siano italiani, cretesi, greci oppure africani. Non ho la laurea per fare l’insegnante ma ho il patentino di allenatore, lavoro dodici ore al giorno e fino a quando in panchina ci sarò io, prendere le decisioni toccherà sempre e solo a me”. Video.