Gb, assistenti sociali portano via figlio di 6 settimane: padre registra di nascosto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 settembre 2013 17:47 | Ultimo aggiornamento: 6 settembre 2013 18:25
Gb, assistenti sociali portano via figlio di 6 mesi

Gb, assistenti sociali portano via figlio di 6 mesi

LONDRA – Un video mostra i servizi sociali della regione inglese dello Staffordshire che portano via un bimbo nato da appena sei ore. Si tratta di un bimbo conosciuto solo come “J”: il suo affidamento ai servizi sociali risale allo scorso aprile. Il padre è riuscito segretamente a girare il video grazie ad una webcam collegata al computer di casa.

Nel mese di giugno il padre del bambino è stato condannato a sei settimane con pena sospesa, per essersi rifiutato di rimuovere il video da internet. Ora però, il filmato può essere diffuso: i servizi sociali e il Tribunale hanno concluso l’istruttoria ed hanno deciso che “J” dovrà essere dato in affidamento. Alla madre del piccolo è stata diagnosticata una difficoltà di apprendimento: alla coppia, prima di “J” sono stati portati via già altri tre figli che ora sono stati adottati.

Il video mostra il padre che tiene  il neonato in braccio mentre cerca di opporsi agli assistenti sociali e ai poliziotti. La madre nel filmato ad un certo punto urla “no” agli assistenti sociali che stanno prendendo il suo bambino. Il padre del bambino ha raccontato al Daily Mail: “Ho registrato con la webcam. Gli assistenti sociali non si sono accorti che era accesa, ho coperto la luce”.

Il padre ha detto che non sono mai stati accusati di aver picchiato i loro figli. Sempre al Mail Online, il padre ha spiegato: “Gli assistenti sociali hanno detto a mia moglie che noi due abbiamo un rapporto volatile. Siamo sposati da molto tempo e ogni tanto litighiamo. Non c’è mai stata violenza, e nessuno ha mai provato a dire il contrario”.

Il padre ha raccontato che una sua figlia aveva sette anni quando, quattro anni fa, è stata portata via. “Non ci sono stati problemi per sette anni – ha spiegato -. Poi è arrivato un nuovo assistente sociale con un atteggiamento diverso e l’ha fatta portare via. Mia moglie è disabile: ha difficoltà di apprendimento e per un periodo è stata  anche depressa. I nostri figli sono stati portati via solo, dicono loro, come misura preventiva”.

Alla coppia, è permesso di vedere i figli sei volte l’anno. Ma il padre spiega che quest’anno è riuscito a vedere la figlia maggiore solo una volta. “Lei vuole tornare a casa” ha aggiunto il padre, che ora si appresta a vivere un nuovo allontanamento.