Giornalista Sky: “Lei è genovese?”. Bucci: “Sono il sindaco…” VIDEO gaffe

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 agosto 2018 9:11 | Ultimo aggiornamento: 20 agosto 2018 9:11
Giornalista Sky: "Lei è genovese?". Marco Bucci: "Sono il sindaco..." VIDEO gaffe

Giornalista Sky: “Lei è genovese?”. Bucci: “Sono il sindaco…” VIDEO gaffe

GENOVA – Gaffe della giornalista di Sky, che non riconosce il sindaco di Genova Marco Bucci. La cronista stava facendo interviste in piazza De Ferrari durante la manifestazione in ricordo delle vittime del crollo del ponte Morandi [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Ad un certo punto si è avvicinata ad uno dei presenti chiedendogli: “Lei è genovese?”. “Sono il sindaco, veda un po’ lei”, la risposta di Bucci.

“Noi siamo disponibili a confrontarci con tutti coloro che ci vogliono aiutare. Se un’impresa mi offre una strada gratis come sindaco non dico di no. Ma non mi posso nascondere che Autostrade non è un’impresa qualsiasi. Ne parlerò con il governo. È chiaro che non dico in modo pregiudiziale di no. Io sono il sindaco e devo fare prima di tutto il bene della città, la giustizia deve farla qualcun altro”. Così aveva parlato Bucci, in un’intervista dal Corriere della Sera.

Non vuole sentire parlare di crisi e chiede di fermare le “previsioni catastrofiche. Mi riferisco anche alla stampa internazionale che parla di una città in ginocchio: sono balle”, “abbiamo trovato le soluzioni e il porto continua a fare business. Ci sarà entro brevissimo una strada portuale nelle aree Ilva dedicata esclusivamente ai mezzi pesanti da e per il porto”. Il Comune si costituirà parte civile? “Non è tanto nel mio spirito ma naturalmente mi dovrò confrontare con il nostro ufficio legale e con la giunta”, “negli Usa ci si siederebbe tutti a un tavolo dicendo c’è questo e c’è quello e si troverebbe un accordo”. Bucci è sicuro che “da questa tragedia Genova uscirà più forte e avrà il ponte più bello del mondo”.

Lo stesso dice intervistato da La Stampa: “Ho pensato alle Torri Gemelle, sì. Per lo choc, ma anche per come ha saputo rinascere New York. E Genova ne uscirà più forte e più bella, di questo sono certo”: “Dopo il lutto, da domattina saremo tutti quanti a lavorare. I cittadini mi dicono ‘andiamo avanti’. Non demoliamo l’immagine di crescita positiva che stavamo costruendo. Io faccio interviste in inglese ovunque per dire che i turisti possono venire e godere delle nostre bellezze”.