Giro d’Italia, Geraint Thomas finisce a terra per colpa di una bottiglietta VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Ottobre 2020 14:23 | Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre 2020 14:23

Giro d’Italia, Geraint Thomas finisce a terra per colpa di una bottiglietta

Giro d’Italia, il gallese Thomas cade durante il trasferimento per la terza tappa del Giro d’Italia da Enna all’Etna, lunga 150 chilometri e con arrivo in salita.

Giro d’Italia, Thomas cade prima della partenza per colpa di una bottiglietta. Accade lunedì 5 ottobre durante il trasferimento pre-gara da Enna all’Etna.  

Geraint Thomas era uno dei favoriti alla vittoria finale. Il corridore ha dovuto fare ricorso alle cure dei medici.

Il vincitore del Tour de France 2018 si è poi rimesso in sella ed è ripartito. La caduta sarebbe stata causata da una borraccia, come testimoniano queste immagini girate da alcuni tifosi presenti.

Ed oggi, martedì 6 ottobre, il ciclista gallese ha deciso di ritirarsi dal Giro d’Italia.

Thomas non ha preso il via della quarta tappa, Catania-Villafranca Tirrena.

Lo ha comunicato la sua squadra, la Ineos. 

Giro d’Italia, Nibali: “Non è il caso di esaltarsi, ma sono più sereno”

“Nelle corse a tappe ogni giorno è diverso da un altro, specialmente quando si aggiungono fattori imprevedibili, che possono cambiare repentinamente la situazione in gara. Afa e caldo all’inizio, poi freddo, vento, pioggia sull’Etna”.

“A questo aggiungiamo che siamo alla terza tappa e abbiamo già affrontato una frazione tosta. Sono tutti elementi che condizionano e oggi ne abbiamo avuto prova tangibile”.

A dirlo è Vincenzo Nibali,che ha commentato all’arrivo la corsa al Giro d’Italia. Una tappa, quella odierna con arrivo sull’Etna, che ha stravolto la classifica.

“Ho visto di sfuggita la caduta di Thomas ma, quando è rientrato in gruppo, teneva tranquillamente le posizioni di testa: onestamente, non mi aspettavo stesse così male – aggiungo -. Lo stesso vale per Simon Yates, sia pure per motivi diversi”.

“Per esperienza sono sorpreso dal fatto che una salita così dura nella prima settimana possa fare danni. Chi più, chi meno deve rodare le gambe: se trovi la giornata sbagliata, paghi” (fonte: Ansa, YouTube).