Grillo: “La Sicilia non ha bisogno dell’Italia. Sconfiggere la Mafia? Quotiamola in borsa”

Pubblicato il 13 Ottobre 2012 19:41 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2012 19:41

MISTERBIANCO (CATANIA) – ”L’unico modo per far fuori la mafia è quello di quotarla in borsa, farle pagare le tasse e distruggerla con l’irpef. E’ una battuta per dirvi che questa è una terra dove non ho visto mafie, ho visto persone e cultura”. Lo ha detto Beppe Grillo parlando sull’Etna durante il suo tour elettorale in Sicilia per il Movimento Cinque Stelle. Il leader del movimento Cinque Stelle è arrivato a Misterbianco correndo come Forrest Gump.

“Diciamocelo chiaramente – ha aggiunto l’ex comico – l’Italia ha bisogno della Sicilia ma la Sicilia non ha bisogno dell’Italia”. Quindi ha ricordato che nel suo rapporto con Roma l’Isola non è “a debito ma a credito” ricordando “i miliardi che lo Stato deve al popolo siciliano”.

A proposito della crisi, Beppe Grillo ha spiegato: ”Questi malati di mente parlano di spending review, di tripla A, di rating e poi gli si ferma la macchina e non sanno dov’è il motore, se è davanti o di dietro. Non sanno neanche sopravvivere. E’ allora è il momento di cambiare, cosa abbiamo da perdere?, Cosa avete da perdere voi siciliani? Abbiamo già perso tutto, dobbiamo perdere anche la dignità e la moralità?”.

“Il nostro presidente della Repubblica – ha aggiunto Grillo – dice che bisogna riconquistare la moralità. Cos’è la moralità? Non devi fare una legge per essere morale. Io non posso rispettare una legge se viene scritta da un fuorilegge. La mia moralità me lo vieta”.