Harrison Okene sopravvive 3 giorni in bolla d’aria nella nave affondata (video)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Dicembre 2013 9:00 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2013 9:01
Harrison Okene sopravvive 3 giorni in bolla d'aria nella nave affondata (video)

Harrison Okene sopravvive 3 giorni in bolla d’aria nella nave affondata

ROMA – Sopravvissuto e salvato dopo tre giorni in una barca affondata. Una bolla d’aria nella nave ormai completamente immersa nell’acqua e delle lattine di Coca cola hanno permesso ad Harrison Okene, cuoco della Jascon 4, di restare in vita. Okene è l’unico sopravvissuto di un equipaggio di 12 uomini. I suoi compagni sono morti nel naufragio, avvenuto al largo delle coste della Nigeria.

A ritrovare Okene è stato un incredulo sub, che ha visto una mano nell’acqua. Il sub ha pensato si trattasse di un morto, ma quando la mano si è mossa lo spavento è stato grande. Così il sub ha trovato Okene, anche lui molto spaventato. Dopo averlo calmato, il sub lo ha riportato in superficie.

Lo chef della Jascon 4 sopravvissuto ha raccontato:

“Ero lì nell’acqua e netta totale oscurità e pensavo che fosse la fine. Pensavo che l’acqua avrebbe riempito la stanza, ma non l’ha fatto. Ero molto affamato, ma avevo soprattutto tantissima sete. L’acqua salata aveva impregnato la mia lingua…Tre ragazzi davanti ai miei occhi sono stati risucchiati dalla forza dell’acqua. Prima uno, poi un altro e alla fine anche il terzo è stato portato via. Sapevo che erano morti.

Avevo tanto freddo ed era tutto buio. Non potevo vedere nulla, ma potevo percepire che i corpi privi di vita erano vicini a me. Potevo sentirne l’odore. I pesci erano entrati e mangiavano i cadavere. Potevo sentirne il sono. E’ stato orribile”.