Hawaii: palle di lava fumanti del vulcano Kilauea galleggiano sull’oceano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 giugno 2018 10:57 | Ultimo aggiornamento: 21 giugno 2018 10:57
Hawaii: palle di lava fumanti del vulcano Kilauea galleggiano sull'oceano

Hawaii: palle di lava fumanti del vulcano Kilauea galleggiano sull’oceano

ROMA – Fotografato dallo spazio il fiume di lava generato dall’eruzione del vulcano Kilauea nelle Hawaii: nelle immagini si vedono tutti i cambiamenti avuti negli ultimi 15 giorni dal flusso di fuoco che scorre verso l’oceano. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] L’oceano, appunto: qui, a largo nell’arcipelago, è bastato lo smartphone di un diportista per riprendere un fenomeno geologico inedito provocato dal vulcano, una prima volta suggestiva e spettacolare.

Dall’imbarcazione dei turisti infatti si sono potute osservare palle di lava ancora fumanti che galleggiavano sulla superficie del mare, in realtà grossi blocchi grandi come un furgone: “lavaberg” è il nome inglese. Cosa è successo? La lava, quando entra a contatto con l’acqua salata dell’oceano, causa l’innalzamento di una nube tossica, sprigionando nell’aria acido cloridrico misto a minuscole particelle di vetro.

Non è il solo dono scenografico del vulcano, oltre naturalmente alle emozionanti e temibili eruzioni. Dopo aver seminato per settimane caos e distruzione, il vulcano Kilauea  sembra quasi volersi scusare, restituendo in quantità un meraviglioso minerale verde, l’olivina. Dopo la lava e le pietre, ora dal cratere piovono gemme, un evento raro che sta affascinando i geologi. Cristalli di piccole dimensioni sono stati trovati tra le rocce e la cenere delle recenti eruzioni e i flussi di lava. Unico difetto: chi raccogliesse queste bellissime gemme per guadagnarci sopra, resterebbe deluso, l’olivina è una gemma molto bella allo sguardo ma non molto costosa.