I talebani sequestrano gli elettori “disobbedienti” e mandano il video ad Al Jazeera

Pubblicato il 25 Agosto 2009 11:17 | Ultimo aggiornamento: 25 Agosto 2009 11:20

Con un breve filmato inviato alla rete Al Jazeera, i talebani mostrano i controlli effettuati per individuare e punire chi avesse osato votare alle ultime elezioni. Dopo aver creato alcuni posti di blocco sull’asse stradale Kabul-Kandahar, i ribelli – da quanto si apprende dal video – hanno fermato gli automobilisti e chiesto di mostrare loro le dita, per vedere se avessero l’indice macchiato d’inchiostro.

Una volta individuati gli elettori “colpevoli” , i talebani li hanno legati, bendati e condotti davanti a un uomo dal volto semicoperto che li ha sgridati, accusandoli di essersi allineati agli ebrei e minacciandoli di una severa punizione. Forse l’amputazione delle dita, di cui però nel video non c’è traccia, mentre si accenna invece a un probabile perdono, forse un atto di clemenza dovuto in occasione del Ramadan.