Italia brucia: 2 morti in Emilia. Incendi anche a Roma, in Toscana, a Ischia

Pubblicato il 8 agosto 2012 18:40 | Ultimo aggiornamento: 8 agosto 2012 18:40

ROMA – Due morti per gli incendi in Italia l’8 agosto. Entrambe le vittime erano in Emilia, una vicino Parma, l’altra vicino Bologna. Un pensionato di 87 anni è morto nel pomeriggio in un incendio che ha distrutto parte di un bosco nelle montagne parmensi. Il rogo ha interessato un’area vicino dell’abitato di Zerla, comune di Albareto, zona del passo del Cento Croci. Secondo una prima ricostruzione,stava bruciando sterpaglie quando, per il vento, le fiamme si sono propagate. Il pensionato ha cercato di fermarle, ma è stato soffocato dal fumo. La vittima si chiamava Andrea Ravella ed era residente nella zona.

Caso analogo poi a Sabbioni, vicino Bologna (è una frazione del comune di Loiano). Un signore di 80 anni stava bruciando sterpaglia ma il fuoco ha interessato prima la vicina legnaia e immediatamente dopo il bosco circostante per una superficie totale bruciata di più di 4 mila metri quadrati.

Ma gli incendi sono divampati da Nord a Sud.

Ischia

Per tutta la giornata gli uomini dei vigili del fuoco, del corpo forestale dello Stato e gli operai forestali della Regione Campania, e due elicotteri, sono stati impegnati a domare l’incendio propagatosi alle pendici del Monte Epomeo. Nella notte l’incendio è divampato in località Frassitelli minacciando alcune abitazioni tanto che alcuni nuclei familiari su disposizioni dei vigili del fuoco e della polizia di Stato hanno lasciato le case fino all’alba quando l’allarme è rientrato. In mattinata, però, le fiamme hanno ripreso vigore spostandosi in località Falanga e più ad ovest nella zona alta del comune di Forio d’Ischia. Secondo una stima del Corpo Forestale dello Stato 10 gli ettari di sottobosco e macchia mediterranea in fumo nell’incendio che ha interessato per tutta la giornata l’isola d’Ischia. ”Tutti gli uomini a nostra disposizione sono mobilitati anche in un’azione di prevenzione”, ha sottolineato il comandante provinciale del Corpo Forestale dello Stato, Sergio Costa.

Arezzo

Allarme, poi rientrato, per un gruppo di venticinque scout e due educatrici rimasti bloccati durante un’escursione a causa di un incendio divampato in località Laterina, nel comune di Pian di Scò (Arezzo). Per recuperare i ragazzi, che sembravano in pericolo, sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco, gli uomini della forestale ed il sindaco di Pian di Sco’, Nazareno Betti. La strada che doveva percorrere il conducente del pullman che doveva recuperare i ragazzi era stata interrotta dal fumo e dalle fiamme. Il gruppo è stato poi riportato al campo base di Grati, sempre nel comune di Pian di Sco’. I bambini e le educatrici sono rimasti incolumi.

San Rossore

Più di 5 mila metri quadrati di area boschiva e migliaia di piante del parco naturale San Rossore Migliarino Massaciuccoli (Pisa) andate in fumo: è il bilancio dell’incendio divampato stamani nella zona della Bufalina, a Migliarino Pisano. Sono stati almeno due i focolai che hanno alimentato il rogo e questo lascia pensare che si sia trattato di un atto doloso. I vigili del fuoco, insieme alle Guardie del parco e a squadre di volontari hanno lavorato per ore per circoscrivere e successivamente spegnere le fiamme, contando anche sull’ausilio di un elicottero. Quello di stamani, fanno sapere dal Parco di San Rossore, è il quinto incendio negli ultimi 15 giorni nella stessa zona: piccoli roghi quasi certamente dolosi che hanno incenerito oltre due ettari di macchia mediterranea. Ogni volta è risultata decisiva la costante vigilanza e il lavoro di pattugliamento del parco svolto quotidianamente dalle guardie e dalle squadre dei volontari dell’antincendio boschivo.

Roma

Vari incendi sono avvenuti anche a Roma. Principi di incendio sono stati spenti in via Collatina e in due diversi punti di via Cristoforo Colombo mentre è sotto controllo l’incendio divampato nel Parco di Aguzzano in prossimità di via Nomentana. A Torrevecchia un deposito abusivo di copertoni nelle vicinanze del campo nomadi di via Andersen è andato in fiamme.

Messina

Numerosi roghi si sono sviluppati anche oggi a Messina e provincia. In azione vi sono stati due Canadair, squadre di vigili del fuoco e della Forestale. I roghi sono in corso a Messina, a Portella Arena e Mili San Marco. Nel Messinese vi sono focolai ad Alì, Milazzo, Gallodoro, Itala, Mili San Marco, Patti e Piraino.