Inghilterra-Austria, buu ai calciatori inginocchiati: schiaffo a Black Lives Matter e politically correct VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Giugno 2021 13:15 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2021 13:15
Inghilterra-Austria buu

Inghilterra-Austria, buu ai calciatori inginocchiati in omaggio a BLM (Ansa)

Inghilterra-Austria, buu ai calciatori inginocchiati. I tifosi inglesi presenti a Middlesborough per assistere all’amichevole della nazionale prima degli Europei hanno sonoramente fischiato i calciatori inginocchiati all’inizio del match.

Inghilterra-Austria, buu ai calciatori inginocchiati

Si inginocchiano per rendere omaggio alla causa antirazzista Black Lives Matter diventata globale dopo l’ennesima uccisione in Usa di un afroamericano (George Floyd) da parte della Polizia.

Fischi e odiosi ululati (i famigerati buu all’indirizzo di giocatori di colore che funestavano le partite di calcio) hanno risuonato sinistri. Quasi una rivendicazione, un rifiuto totale alimentato anche dall’insofferenza per il cosiddetto politically correct.

Prima amichevole rovinata, cosa succederà a Wembley agli Europei?

Non è stato un bell’inizio quello della nazionale inglese che ieri ha giocato la sua prima amichevole di preparazione a Euro 2020. Avversaria della nazionale del ct Southgate era l’Austria, sconfitta per 1-0 con gol del 19enne Bukayo Saka, mentre Jude Bellingam, con i suoi 17 anni e 338 giorni, è diventato il più giovane giocatore della nazionale a essere stato schierato dall’inizio dal 2003 a oggi.

Ma ciò che preoccupa, oltre all’infortunio di Alexander-Arnold che ora rischia di essere ‘tagliato’, è stato il comportamento del pubblico. Specie in prospettiva Europei e delle partite che si giocheranno a Wembley.

Avrebbe dovuto essere una festa, perché l’Inghilterra tornava a giocare davanti a dei tifosi, nello specifico gli oltre ottomila presenti al Riverside Stadium di Middlesbrough.

I sonori ululati rivolti ai 22 giocatori quando questi si sono inginocchiati in campo, prima del fischio d’inizio in segno di solidarietà con la campagna ‘BlackLivesMatter’, dicono molto.

Fanno capire che gli appelli contro il razzismo e ogni forma d’intolleranza non sono stari recepiti da tutti. Dopo la gara anche Southgate se n’è rammaricato. Come dovrebbero accogliere i calciatori di colore quei fischi, si chiede l’allenatore, erano fischi contro di loro? L‘audio che documenta i fischi è inequivocabile.