L’intervista di Ruby: “La storia del bunga bunga? Non l’ho fatta uscire io”

Pubblicato il 14 Gennaio 2011 19:32 | Ultimo aggiornamento: 14 Gennaio 2011 19:32

Ruby Rubacuori si confessa a Repubblica.it.”Non ho mai fatto uscire io la storia del Bunga-Bunga. Neanche nell’inchiesta. I giudici mi avevano fatto la domanda sul caso di presidente perché l’hanno saputo per via che il mio cellulare era ad Arcore”.

”Del Bunga-Bunga non sapevo niente – ha detto Ruby – oltre alla barzelletta che conoscete perche’ l’ha raccontata anche Noemi Letizia. Una barzelletta che ci ha fatto molto ridere e poi i balletti delle ragazze, ma niente di che”. Ruby ha poi risposto anche in merito alle sue serate ad Arcore.

”Ci sono stata tre volte, sempre per una cena normale, fatta con tutto a base tricolore visto che lui ama tanto la sua patria. Credo che mangi sempre tricolore”. Le serate ”si svolgevano in modo molto formale, c’era la cena, poi il presidente che cantava con Apicella, le sue barzellette. L’unica stranezza e’ il fatto che ti trovi in casa del presidente”. Donne, a quelle serate, ce n’erano ”di tutti i tipi e anche conosciute ma non faccio nomi. Uomini conosciuti? Emilio Fede, una volta, Lele Mora un’altra. Non ho visto escort, ho visto ragazze normali durante una cena normale”.