“Io sono Valentina Nappi”: il racconto di Monica Stambrini, regista del film TRAILER

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 giugno 2018 8:58 | Ultimo aggiornamento: 15 giugno 2018 12:57
valentina nappi film

“Io sono Valentina Nappi”: il racconto di Monica Stambrini, regista del film

ROMA – Monica Stambrini ha girato ISVN (Io sono Valentina Nappi) in un’ unica notte. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] “Ero sola con Valentina e gli attori” dice la regista. “Lei si muoveva come voleva, io la seguivo, senza mai interrompere. Siamo arrivati anche a dei momenti di noia, dove non sapevamo più cosa fare. Come quando si è da soli e ci si dimentica di essere guardati”.

Il risultato è un film di 50 minuti che riesce a mettere in scena la naturalezza del se**o: “Il film racconta l’ incontro fra Valentina Nappi e un suo amico, Lorenzo Branca – racconta la Stambrini a Valentina Della Seta per il Venerdì-la Repubblica -. Volevo spiarli, liberi di fare e di muoversi, senza usare il linguaggio pornografico degli sguardi in macchina o dei ruoli. E ho chiesto di dare un contributo ad artisti come Bello Figo, Vasco Brondi e gli Heroin in Tahiti con la loro musica”.

L’ idea per Io sono Valentina Nappi (che sarà proiettato il 29 maggio a Bologna al Kinodromo Cinema Europa, il 30 giugno a Milano al Cinema Arcobaleno e il 1 giugno a Roma al Blue Moon), è arrivata poco dopo: “Valentina mi ha chiesto di realizzare un film a luci rosse per lei” spiega Stambrini. “Avevo iniziato a ragionare molto sul linguaggio pornografico e avevo voglia di esplorare altre forme di racconto”.

E ISVN, secondo la regista, “è un film di ricerca, un’ operazione artistica. Dentro c’ è anche del po*no”.