Usa in allerta: arriva Isaac. In Louisiana evacuate 50.000 persone

Pubblicato il 27 agosto 2012 18:07 | Ultimo aggiornamento: 27 agosto 2012 20:40

NEW YORK – La tempesta Isaac ha già fatto 19 morti a Haiti e sta per abbattersi sugli Stati Uniti. E’ stato dichiarato lo stato d’emergenza in Florida, Louisiana, Alabama e Mississippi. Isaac dovrebbe arrivare nel pomeriggio (americano) di mercoledì 29 agosto. E potrebbe essere anche peggiore di Katrina, che il 29 agosto del 2005 devastò New Orleans, e non solo.

A Haiti Isaac ha fatto 19 morti, sei dispersi e 15.000 evacuati, ha distrutto 335 case e ne ha danneggiate 2.346.Sabato 25 agosto ha colpito l’isola caraibica già martoriata nel 2010 da un terremoto che fatto 250mila morti e (ad oggi) 400mila persone sfollati nelle tendopoli.

Negli Stati Uniti solo in Louisiana gli sfollati sono già 50.000.

Con i suoi venti a 100 chilometri orari Isaac potrebbe essere il ciclone più violento dai tempi di Katrina, anche se ancora non è uragano. Secondo il  direttore del National Hurricane Center di Miami, Isaac rappresenta “una minaccia per le vite umane”.

Al momento ha già costretto la convention repubblicana a ritardare di 24 ore, non lunedì, quindi, ma martedì pomeriggio. “A causa delle bruttissime previsioni del tempo nella zona di Tampa Bay – ha detto il presidente del partito repubblicano Reince Priebus – la Convention Nazionale Repubblicana si aprirà formalmente lunedì, ma verrà subito rinviata a martedì pomeriggio. Dopo esserci consultati con il governatore della Florida Rick Scott e i responsabili locali della gestione delle emergenze, siamo ottimisti sul fatto che inizieremo un’emozionante riunione che nominerà con grande forza il ticket Romney-Ryan”.