Israele, Formula 1 a Gerusalemme: critiche dai palestinesi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Giugno 2013 14:58 | Ultimo aggiornamento: 13 Giugno 2013 15:00

Israele, Formula 1 a Gerusalemme: critiche dai palestinesiGERUSALEMME – La Formula 1 nella Città Santa di Gerusalemme: è il Peace Road Show, gara benefica voluta dal sindaco Nir Barkat che ha però suscitato moltissime polemiche. Critici soprattutto i giornali palestinesi. Secondo loro si tratta di un’iniziativa illegale, dal momento che violerebbe le convenzioni internazionali che considerano Gerusalemme una città occupata, e non la capitale di Israele.

Nonostante le accuse, da giovedì 13 giugno per due giorni le auto da corsa sfrecceranno su un circuito di due chilometri che sfiora i punti più noti della Città Santa. Così, in questi giorni di Show, resteranno chiuse molte strade centrali, congestionando ancor di più il traffico.

Alla manifestazione partecipano una Ferrari F60 guidata da Giancarlo Fisichella, una Gt Challenge 458 con Daniele Mancinelli, un’Audi Dtm con Vitantonio Liuzzi, una Supermotard Ducati guidata da Max Biaggi.

Se i promotori palestinesi della campagna per il boicottaggio accusano gli organizzatori della corsa di “voler far credere che a Gerusalemme vada tutto bene”, il sindaco Barkat non ha dubbi: “Il Peace Road Show mostrerà al mondo come Gerusalemme possa combinare storia e modernità”.