Juncker barcolla al vertice Nato. Il video diventa virale: “E’ ubriaco”. Ma era la sciatica

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 luglio 2018 0:38 | Ultimo aggiornamento: 14 luglio 2018 0:39
Juncker barcolla al vertice Nato. Il video è virale: "E' ubriaco". Ma era la sciatica

Juncker barcolla al vertice Nato. Il video è virale: “E’ ubriaco”. Ma era la sciatica

ROMA – Il video di Jean Claude Juncker che barcollava al vertice Nato ha fatto il giro del web. E su quelle immagini in molti hanno tratto errate conclusioni, credendolo addirittura ubriaco. Ma in realtà era solo una brutta e dolorosa sciatica. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]

Poco prima della cena di gala di mercoledì sera il presidente della Commissione Ue è stato visto  immortalato mentre ondeggiava e perdeva più volte l’equilibrio. Tanto che i presidenti di Finlandia e Ucraina insieme col primo ministro olandese lo hanno sorretto per diversi minuti. A chiarire le cose è stato il suo portavoce Margaritis Schinas che, durante il briefing di mezzogiorno sugli appuntamenti della prossima settimana, ha colto l’occasione per spiegare: poco prima della cena di mercoledì Juncker è stato colto da un dolorosissimo attacco di sciatalgia, di cui soffre da tempo, accompagnato da crampi. “Un dolore che non auguro a nessuno di provare”, ha precisato Schinas.

In sala stampa l’episodio era diventato un caso, tra chi chiedeva di quali medicinali Juncker facesse uso e altri che volevano sapere con quale ricorrenza il presidente soffrisse di questi attacchi. Ad un certo punto si è fatta coraggio una giornalista tedesca, che ha domandato: “Juncker era ubriaco?”.

“E’ oltremodo privo di gusto – ha replicato il portavoce – che qualche media abbia cercato di fare titoli oltraggiosi sfruttando il dolore del presidente Juncker. Non penso sia né elegante, né giusto”. Poi ci ha tenuto a sottolineare come Juncker poi abbia partecipato alla cena, ed abbia tenuto fede a tutta la sua agenda.

Il portavoce Ue ha anche ringraziato pubblicamente, a nome di Juncker, “i premier portoghese Antonio Costa, e olandese Mark Rutte, per aver assistito il presidente” durante il doloroso attacco. Juncker ora “sta prendendo le medicine e si sente meglio, e come avete visto anche ieri al summit della Nato”, ha rispettato l’agenda piena di appuntamenti.

Versione che tuttavia non ha fermato la diffusione del video e le polemiche, con annesse prese in giro. In Italia, tra i tanti, ci è cascata pure Giorgia Meloni, leader di Fratelli di Italia, che su Twitter ha scritto: “Ubriacone sorretto da due persone per evitare che stramazzi al suolo, è il presidente della Commissione europea #Juncker, dal quale dipendono le sorti delle nostre aziende, di milioni di lavoratori italiani e il futuro della nostra Nazione. Vi sentite tranquilli?”.

Schinas però ha promesso che Juncker “continuerà a lavorare duro, come ha fatto dall’inizio della sua carriera pubblica”. Lunedì sarà a Pechino, per il summit Ue-Cina, ed il giorno successivo a Tokyo, per il vertice Ue-Giappone, mentre mercoledì sarà a Bruxelles per partecipare al collegio dei commissari. Venerdì mattina invece ha incontrato il nuovo ambasciatore Usa presso l’Ue, Gordon Sondland.