Kobe Bryant, l’ultimo dialogo tra il pilota e la torre di controllo prima dello schianto: “Voli troppo basso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Gennaio 2020 18:43 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2020 20:11
Kobe Bryant, l’ultimo dialogo tra il pilota e la torre di controllo prima dello schianto

Kobe Bryant, l’ultimo dialogo tra il pilota e la torre di controllo prima dello schianto

ROMA – Pochi secondi, gli ultimi istanti prima dello schianto. E’ il dialogo tra gli operatori dell’aviazione di Burbank e il pilota del Sikorsky S-76B, l’elicottero su cui viaggiava Kobe Bryant con la figlia 13enne Gianna e altre 7 persone. Un audio che risulta fortemente disturbato. Lo scambio di comunicazioni sulla visibilità e le condizioni del vento sembra avvenire tranquillamente ma in una delle ultime comunicazioni, senza risposta, l’addetto al traffico aereo avverte il pilota: “Stai volando ancora troppo basso”. Poi il contatto con l’elicottero viene perso.

L’ultimo contatto con il radar è avvenuto attorno alle 9:45 di domenica 26 gennaio. Secondo i dati, l’elicottero è salito a 2.300 piedi e ha iniziato una virata. Stando alle informazioni diffuse dalla NTSB citate dalla CNN, relative agli ultimi momenti che hanno preceduto lo schianto contro una collina a Calabasas, in California, le condizioni meteo erano avverse. La visibilità era così bassa domenica mattina a causa della nebbia, che il dipartimento di polizia di Los Angeles ha deciso di lasciare a terra i propri elicotteri, come ha precisato il portavoce del dipartimento, Josh Rubenstein.

L’impatto con la collina e lo schianto seguito hanno letteralmente sbriciolato l’elicottero, creando un campo di detriti che si estende tra i 150 e i 200 metri, secondo Homendy.