Video

Legia Varsavia-Jagiellonia Bialystok: scontri durissimi, partita sospesa VIDEO-FOTO

VARSAVIA – Legia Varsavia – Jagiellonia Bialystok, partita del campionato polacco, è durata solo 45 minuti, sospesa per gli scontri violentissimi nel settore ospiti fra gli ultras del Legia e quelli dello Jagiellonia. I tafferugli quando gli hooligans dello Jagiellonia, che giocavano in trasferta, hanno reagito al furto di un loro striscione da parte dei rivali del Legia, che giocavano in casa.

Il video che vi mostriamo dura 11 minuti e tanto – un’eternità – sono durati gli scontri allo stadio fra le due fazioni. Nulla hanno potuto gli steward, che non sono riusciti ad arginare la valanga degli ultras del Legia. Sono rimasti ad affrontarsi solo i due gruppi ultras, separati dalla barriera divisoria in metallo che non ha retto alle pressioni che venivano dall’una e dall’altra parte.

Caduta la barriera, per alcuni secondi fra quelli del Legia e dello Jagiellonia è stata una gigantesca mischia di rugby. Poi gli hooligan del Legia hanno sfondato e per i loro rivali è stata una mattanza, con gli ostacoli architettonici (che negli impianti più moderni dovrebbero servire a limitare i movimenti delle masse di tifosi e quindi la possibilità di scontri) che si sono trasformati in trappole per topi.

Si è sfiorata una tragedia tipo quella dell’Heysel, evitata solo perché lo stadio del Legia non è fatiscente come l’impianto belga che ospitò Juventus-Liverpool nel 1985 e perché dopo lunghi minuti è intervenuta la celere polacca che ha messo in fuga gli ultras del Legia.

To Top