A Como “esplodono” i tombini: i liquami della fogna finiscono in strada

Pubblicato il 9 luglio 2012 13:09 | Ultimo aggiornamento: 9 luglio 2012 13:10

COMO – Dopo solo dieci minuti di pioggia molto forte, le fogne di Como sono letteralmente esplose: è successo venerdì 6 luglio. Non è la prima che accade, spiegano i residenti i commercianti e gli operatori turistici che si sono ritrovati piazza Cavour, il “salotto” buono del capoluogo, riempita di liquami maleodoranti fuoriusciti dai tombini.

Anche il lungolago è stato chiuso per l’impraticabilità della zona e riaperto dopo l’intervento del personale di un’azienda specializzata per la pulizia. I liquidi melmosi hanno reso la pavimentazione scivolosa: prima che gli agenti della polizia locale chiudessero la strada si sono verificate infatti alcune cadute di pedoni e ciclisti.

Nell’ultimo periodo il problema delle fogne in città è diventato drammatico e si ripresenta ogni volta che si registrano precipitazioni intense. Gli abitanti e i commercianti sono espasperatI: l’ultima fuoriuscita di liquami ed escrementi risale infatti ad appena un mese fa.