Littizzetto: “Sanremarie per scegliere la data del festival. B.? Non dico più parolacce”

Pubblicato il 17 Dicembre 2012 10:50 | Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre 2012 11:01
Littizzetto: "Sanremarie per scegliere data festival"

Luciana Littizzetto (LaPresse)

MILANO – Luciana Littizzetto a Che Tempo che Fa ha proposto le ”sanremarie”, cioè le primarie per far scegliere alla gente la data del Festival di Sanremo che rischia di slittare a causa delle elezioni.  “Sanremo lo spostano, e dove lo mettono? – ha aggiunto – fra Ventimiglia e Montecarlo? Così possiamo farlo quando vogliamo”. ”Lo facciamo a marzo? A marzo fa caldo, Vessicchio viene con le infradito”, ha proseguito la comica. ”Non ci voglio neanche pensare – ha risposto Fabio Fazio – se si sposta siamo rovinati”.

Prima di parlare del festival, la Littizzetto era tornata ssul suo intervento di una settimana fa, in cui, a proposito di Berlusconi aveva detto: “…Ora torna Berlu, sale lo spread… Non dico un pudore, sentimento antico, ma una pragmatica sensazione di avere rotto il c… ?!.

“Sto muta come una mosca, faccio solo il mimo… – ha detto la comica torinese – mimo le facce dei parlamentari europei quando hanno visto tornare Berlusconi”. Poi “risponde” alle critiche ricevute dai vertici Rai. Il primo a inalberarsi è stato il membro del cda Rai Antonio Verro. “Ho avuto la pragmatica sensazione – ha detto la Littizzetto – che mi abbia fatto il c…”.

Al direttore generale della Rai Gubitosi, la comica ha promesso che non dirà “mai più le parolacce”. “Posso dire mi hai scassato il cambio? Piallato le palle? Mi hai rotto la cozza?”