Vigili e carabinieri fanno i controlli Covid a Livorno: presi a sassate e bastonate

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Ottobre 2020 9:13 | Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre 2020 9:13
Vigili e carabinieri fanno i controlli Covid e vengono presi a sassate e bastonate a Livorno

Vigili e carabinieri fanno i controlli Covid e vengono presi a sassate e bastonate a Livorno

Carabinieri e vigili aggrediti con sassi e bastonate a Livorno durante i controlli Covid. Accerchiati da una cinquantina di persone.

Aggressione ad alcuni vigili della polizia municipale e a tre pattuglie di carabinieri intervenute martedì pomeriggio a Livorno nella centrale piazza Attias dopo una segnalazione di assembramento. Danneggiate anche le auto dei militari e della polizia prese di mira dal lancio di pietre e bastoni e da calci e pugni.

Gli agenti e i carabinieri erano arrivati dopo la segnalazione di un assembramento con persone che giocavano a pallone in mezzo alla piazza senza mascherina. Al momento di identificarne alcuni gli agenti sono stati accerchiati da una cinquantina di ragazzi ed è scoppiato il parapiglia. 

Nel video girato da un residente si vedono tre auto dei carabinieri e una della polizia locale circondate da diversi ragazzi. La maggior parte senza mascherina. Dopo alcuni fermi sono partiti degli insulti, quindi un’aggressione di una dozzina di giovani mentre le forze dell’ordine cercavano di allontanarsi. Non solo calci e i pugni, ma anche bastonate e una sassaiola che ha colpito un’auto degli uomini dell’Arma.

“Eravamo andati in piazza Attias assieme ai carabinieri perché ci avevano segnalato persone che giocavano a pallone, con musica alta e assembramenti – ha dichiarato a Livorno Today Annalisa Maritan, comandante della Municipale -. Quando siamo arrivati in poco tempo siamo stati accerchiati da un centinaio di ragazzini che hanno iniziato ad offenderci e ci hanno aggredito, danneggiando anche la nostra vettura. Un gesto che voglio condannare”. (Fonti YouTube e Livorno Today).