YOUTUBE Louisville (Usa), giornalista molestata in diretta: passante le dà un bacio

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 Settembre 2019 11:50 | Ultimo aggiornamento: 30 Settembre 2019 11:50
giornalista molestata

Giornalista molestata in diretta da un uomo

ROMA – La reporter Sara Rivest si collega con lo studio da un festival musicale che si tiene a Louisville. La donna, mentre sta parlando viene distratta da un gruppo di ragazzi che passa. Uno di loro si ferma e torna indietro e tenta di baciarla. “Questo non è appropriato” ha subito detto lei con evidente imbarazzo.

La giornalista ha poi denunciato l’accaduto e su Twitter ha scritto: “Ehi, signore, ecco i tuoi tre secondi di notorietà. Che ne dici di non toccarmi?” Il responsabile è stato identificato e denunciato per molestie.

A Inside Edition, la donna ha raccontato ancora: “Mi sono allontanato così in fretta, sono rimasta scioccata. Era una situazione così scomoda”.

Donald Trump accusato dalla giornalista Jean Carroll

Anche i politici vengono accusati di molestie. E’ il caso di Donald Trump, accusato dalla giornalista americana Jean Carroll, nota per essere stata una delle più famose opinioniste e per aver curato dal 1993 l’iconica rubrica della posta del cuore per la rivista Elle, di averla molestata e poi stuprata in un camerino di Bergdorf and Goodman, il grande magazzino di lusso sulla Fifth Avenue a due passi dalla Trump Tower.

L’episodio è stato raccontato a giugno dalla oggi 75enne Carroll in un suo libro e risalirebbe a 23 anni fa. Accuse gravissime e dettagliate quelle della donna che hanno costretto il presidente americano ad uscire allo scoperto. “Non l’ho mai incontrata – ha affermato il presidente in una nota diffusa dalla Casa Bianca – si tratta solo di false accuse fatte solo per spingere le vendite del libro”.

Trump ha poi ringraziato i responsabili del grande magazzino Bergdorf and Goodman, dove sarebbe avvenuta la violenza, per aver confermato che non esistono video o immagini di alcun tipo sul presunto episodio. Trump, dopo le dichiarazioni della Carroll ha parlato di “vergogna”. Il presidente americano ha insinuato che si possa trattare di una mossa politica e che la donna, che ha rivelato i contenuti del libro sul New York Magazine, possa agire per conto del partito Democratico. “Chiunque abbia informazioni di questo tipo ci informi subito”, aveva affermato il tycoon.

Fonte: Youtube, Il Fatto Quotidiano